REBUS RIPRESA - E' la giornata decisiva: Governo-Calcio alla stretta finale. La situazione

28.05.2020 10:54 di Roberto Chito Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
REBUS RIPRESA - E' la giornata decisiva: Governo-Calcio alla stretta finale. La situazione

A quale soluzione si arriverà? L’orario è fissato: le 18.30. In quel momento, si decidere il destino del calcio italiano post-Coronavirus. L’idea di ripartire è un punto fisso per la Figc che spinge per la data del 13-14 giugno, anche se il Dpcm del premier Conte vieta manifestazioni sportive fino al 15 dello stesso mese.

Bisognerà valutare e capire quale sarà la situazione, cercando di andare in contro agli interessi di tutti. La Lega Serie A ha un calendario fitto: altre dodici giornate, più quattro recuperi. A questi, si aggiungono le semifinali di ritorno e la finale di Coppa Italia. Da parte sua, il Governo e il comitato tecnico-scientifico dopo il rabbi e ribatti sul protocollo sanitario, adesso devono cercare di arrivare ad una linea condivisa. Sarà così? Le fratture degli ultimi tempi devono essere rimarginate. Al momento, ripartire il 13-14 giugno sembra essere difficile anche se piazzarci i quattro recuperi e o le due semifinali di Coppa Italia potrebbe far riflettere il Governo che potrebbe così autorizzare questa partenza soft.

Un bel primo banco di prima, in modo da ripartire il 20 con il campionato completo. Idee che dovranno essere sottoposte al comitato tecnico-scientifico. Prima, però, servirà una modifica del Dpcm del premier Conte. Questo pomeriggio, nella video-conferenza delle ore 18.30 saranno diversi gli argomenti da trattare. Il calcio italiano, però, cerca nuovi spiragli per tornare in campo il prima possibile.