NAZIONALE - Mancini: "Europeo, sarebbe stato difficile batterci. Ripresa? Ci spero tanto"

21.05.2020 15:27 di Roberto Chito Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
NAZIONALE - Mancini: "Europeo, sarebbe stato difficile batterci. Ripresa? Ci spero tanto"

"Mi sembra ci sia un gran caos. Se dovessi parlare da ct spererei che si finisse qui per ricominciare con calma. Il prossimo anno ci saranno una serie infinite di partite e i giocatori potrebbero arrivare stanchi. La mia speranza, però, è che si possa riprendere". Parla così, a Radio Roma, il ct Roberto Mancini. Il tecnico di Jesi ha fatto il punto della situazione sugli azzurri ad ampio raggio.

SULLE AMICHEVOLI: "Avremmo dovuto giocare due partite importanti in Inghilterra e Germania dopo mesi che non ci vedevamo. In questi giorni, invece, sarebbe iniziato il ritiro per il campionato europeo".

SUL MOMENTO: "Noi avevamo preso una bella scia. Ora, invece, ci ritroveremo a settembre senza vederci per un anno. Sarà un terno al lotto e non sarà facile. Noi stavamo costruendo ed eravamo a buon punto. Per alcuni ragazzi sicuramente è meglio che avranno un anno in più di esperienza".

SULLE CHANCE: "Penso che ce la saremmo giocata con tutte le altre squadre che sono più avanti di noi. La Francia è giovanissima e campione del mondo. Sarebbe stato difficile per tutti batterci. Avremmo avuto delle buone chance. In questo anno spero migliorino molti giocatori".

SUL SÍ ALL’AZZURRO: "C'era il timore di una situazione non rosea. Venivamo da una qualificazione non centrata al mondiale, ma il calcio è fatto anche di momenti difficili. Bisogna credere nelle qualità dei giocatori e dare fiducia a quelli più giovani".

SUL POST-CORONAVIRUS: "Non è facile, ma penso questo: mi sembra che nel calcio ci siano stati veramente pochi giocatori che sono stati infettati dal virus. Questo significa che non è così semplice infettarci tra di noi giocando all'aperta. Io spero le mascherine scompaiano al più presto. Certo è diverso il calcio senza pubblico, è un calcio un po' particolare".