SERIE A - I nodi da sciogliere per ripartire: ecco cosa manca per la partenza definitiva

30.05.2020 15:11 di Roberto Chito Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SERIE A - I nodi da sciogliere per ripartire: ecco cosa manca per la partenza definitiva

Il calcio si rimette in moto. Prima con la Coppa Italia, poi con i campionati. Perché a ripartire non sarà solamente la Serie A ma anche B e C. In queste ore, però, tutti i fari sono proiettati sulla massima serie che deve sciogliere alcuni nodi in queste ore. Quali? A cominciare dalle date di Coppe Italia.

Il Governo, in queste ore sta andando verso il sì a far giocare le due semifinali della competizione tricolore il 12 e il 13 giugno. In questo modo, la finale si giocherebbe senza problema il 17. La Lega Serie A ha anche annullato i tempi supplementari. In caso di parità, infatti, si procederà subito con i calci di rigore. Proposte dopo che diversi club hanno storto il naso sulle date della Coppa Italia. Nodi che il mondo del calcio sta cercando di sciogliere per accontentare un po’ tutti anche se i club dovranno cercare di allenare la presa.

Confermato il nuovo ri-inizio del campionato: il 20-21 giugno si giocheranno i quattro recuperi della venticinquesima giornata per poi riallineare il calendario e partire il 22 con la ventisettesima giornata. Si potrebbe giocare addirittura ogni giorni con anticipi e posticipi in modo da distribuire al meglio tutte le partite. E da questo punto di vista, c’è da risolvere il nodo-orari. I giocatori si sono lamentati perché non vogliono giocare il pomeriggio.

Per questo, in settimana si dovrebbe giocare fra le 19.30 e le 21.45, mentre durante il weekend gli slot dovrebbero essere tre: le 17.15, le 19.30 e le 21.45, oppure anche le 22.00. Sarà il consiglio federale del prossimo 8 giugno a risolvere tutti i nodi per poter dare definitivamente il via alla conclusione di questa tormentata stagione.