Primo Piano

Calcio Basilicata - La ripresa slitta ancora dopo l'ultimo Dpcm: lo scenario che si prospetta

Roberto Chito
05.11.2020 08:55

Il pallone, FOTO: FONTE WEB

Con il Dpcm in vigore da domani, i campionati regionali slittano ulteriormente la loro ripresa. Lo stop, circa dieci giorni fa era stato fissato fino al 24 novembre. Data subito cancellata con il nuovo provvedimento del Governo. Dall’Eccellenza alla Seconda Categoria, in Basilicata, si dovrà restare fermi fino al 3 dicembre.

Ovviamente, in attesa di ulteriori restrizioni che non sono da escludere, visto che ogni tre-sette giorni, Palazzo Chigi emana nuovi decreti. Un problema non da poco per i campionati regionali, già massacrati oltremisura da una serie di provvedimenti davvero penalizzanti. In questo modo, però, il ritorno in campo potrebbe slittare ulteriormente. Con gli allenamenti vietati, ed uno stop che avrà ormai superato il mese, per le squadre sarà tempo di rivedere e pianificare una nuova preparazione atletica. Questo, infatti, dovrebbe portar via dalle tre, alle quattro settimane.

Dunque, si va ad anno nuovo con i recuperi che potrebbero essere calendarizzati prima della ripresa dei tornei. Al momento, però, è davvero troppo presto fare delle ipotesi. Una situazione davvero difficile, senza troppe certezze per un sistema che sta soffrendo. E con i provvedimenti governativi, il calcio dilettantistico rischia davvero di vivere una stagione più complicata di quella andata in archivio a marzo.

Champions League - Terza giornata: Juventus, qualificazione quasi in tasca. Lazio, un punto d'oro in Russia
Cmb Matera - Pulvirenti: "Sempre giocato in grandi squadre. Wilde? Fra top-10 al mondo"