Il Tema

Cmb Matera - L'analisi post partita: così i biancoazzurri hanno spaventato la corazzata Acqua&Sapone

Roberto Chito
16.01.2021 19:35

L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: ACQUAESAPONE FUTSAL FACEBOOK-LATTANZIO

L’avevamo prestato come un esame per poter verificare le ambizioni future. Da qualche settimana, la dimensione del Cmb Matera è completamente cambiata. E le risposte arrivate da Pescara contro la capolista Acqua&Sapone sono le migliori che si potevano avere. Sì, perché la squadra di Lorenzo Nitti ha spaventato quel roster che prima di ieri sera aveva sempre vinto, tranne che per un pareggio e una sconfitta. Una squadra formata da campionissimi che si sono trovati ad affrontare l’ostico Cmb Matera che ha dimostrato tutto il proprio valore.

Una partita davvero eccezionale quella di Cesaroni e compagni. Hanno impattato subito bene, senza nessun timore reverenziale. Alla fine, se bisogna perdere, tanto vale giocarsela fino in fondo. E così, probabilmente avrà pensato Lorenzo Nitti quando sul 4-4 in casa della capolista e dopo una grande rimonta, mette il portiere di movimento e prova a vincerla. Una scelta rischiosa ma che sa di coraggio e che lancia un segnale a tutti: il Cmb Matera non si accontenterà mai del punto e proverà sempre a vincere. Coraggio anche sul 6-4, quando Nitti ha tenuto Cesaroni con la maglia granata e dato le giuste indicazioni da seguire ai suoi. Le due reti sono arrivate su due schemi impressionanti che fanno capire come la squadra biancoazzurra può essere la spina nel fianco per tutti in questa seconda parte di stagione. Una prova che ha dato le giuste risposte su quegli che possono essere i prossimi obiettivi.

Perché a meno di clamorosi colpi di scena, il primo traguardo salvezza è stato ormai raggiunto. Adesso, bisogna alzare l’asticella e provare ad infilarsi nei quartieri alti di quella classifica che è tanto bella e che chiama il Cmb Matera ad un salto di qualità importante. La prova di ieri sera è la più bella dimostrazione del potenziale che la squadra biancoazzurra ha nel proprio serbatoio. Un potenziale che vedere diversi punti fermi: Neto in difesa, Wilde in avanti. Insieme a tutti gli altri, che riescono sempre ad approfittare degli spunti e delle giocate dei due campionissimi.

E così, la grande Acqua&Sapone dell’ex Scarpitti è stata quasi battuta. Sì, perché oltre al pirotecnico 6-6 ci sono anche un palo ed una ancor più clamorosa traversa colpita dai biancoazzurri che poteva regalare al quintetto di Nitti i tre punti. All’andata, l’Acqua&Sapone nel finale riuscì a dilagare dopo aver sofferto. Questa volta, i neroazzurri si sono illusi di riuscire nella stessa impresa. Di fronte però, si sono trovati un Cmb Matera molto più maturo e determinato a non fare più sconti a nessuno.

Bernalda Futsal - Nessuna nuova goleada, contro il Cataforio arriva solo un pari: non basta Borges ai lucani. La cronaca
Serie A Futsal - La 16a giornata, le altre partite: Genova riaccende le speranze salvezza. Cadono clamorosamente Padova e Avellino. Risultati e classifica