Le Parole

L'intervista - Hysaj: "Matera, ho un conto in sospeso. La concorrenza? Lavoro ad un obiettivo"

Roberto Chito
15.09.2020 20:15

Alessio Hysaj, FOTO: TUTTOMATERA.COM

"Sentivo di avere un conto in sospeso con Matera e ho deciso di chiuderlo. Penso che ci siano tutti i presupposti per potermi prendere una rivincita dopo l’anno del fallimento in una città che merita ben altri palcoscenici". Non può che cominciare da quella maledetta stagione 2018-19 la chiacchierata che TuttoMatera.com ha fatto con Alessio Hysaj. Il giovane centrocampista del Grumentum analizza alcuni aspetti di questa annata che per lui dovrà essere di riscatto.

SULLA SCELTA: "Ho deciso di sposare il progetto del Grumentum per la serietà che ha questa società e lo staff-tecnico che conoscevo. Ho deciso di scendere in Eccellenza anche per mettermi in gioco dopo una stagione non facile per me con la maglia della Team Altamura".

SU MATERA: "Ha influito davvero tanto su questa decisione e sul fatto di scendere in Eccellenza. La Città dei Sassi è la piazza in cui sono cresciuto e ho vissuto comunque belle annate. È stato sicuramente quel qualcosa in più che mi ha aiutato nella scelta definitiva".

SUL GRUPPO: "Sta nascendo un buona squadra. Si tratta di un gruppo costruito da giocatore importanti. Pian piano cominciamo ad essere in sintonia. Poi il giusto mix fra esperti e giovani è una componenti molto importante. Infatti, i più grandi ti danno sempre consigli utili su come poter migliorare in campo".

SU FINAMORE: "L’allenatore lo conoscevo già dai tempi di Matera, anche se non mi ha mai allenato. Questa è la prima volta che sono con lui. Comunque, ho di fronte una persona molto seria e preparata. Ci trasmette giorno dopo giorno quella voglia di vincere e di arrivare fino in fondo per poterci togliere tante belle soddisfazioni in questa stagione che si apprestiamo a cominciare".

SUL CENTROCAMPO: "Montemurro e Cordisco sono figure molto importanti per me. Infatti, in questi giorni mi stanno dando dei consigli molto utili su situazioni di gioco. da loro possono solo apprendere tanto data la loro carriera ed esperienza che hanno anche in categorie superiori".

SULLA CONCORRENZA: "Credo che nel calcio sia una componente fondamentale. Io penso solamente a dare il massimo in ogni allenamento e a mettere il mister in difficoltà il più possibile quando deve scrivere la formazione. Poi, a prescindere da chi va in campo l’obiettivo resta sempre quello comune".

SUL CAMPIONATO: "Purtroppo non lo conosco, questa sarà la prima volta anche per me. Però, credo che sarà un torneo difficile. Sicuramente, chi verrà a Matera proverà a farci la guerra perché vorrà mettersi in mostra".

Serie D - Bitonto, ufficiale: va via Taurino, e il ds Degli Esposti che fa? Stretta finale per il nuovo tecnico » Tutto Eccellenza
Città dei Sassi - Oggi primo test amichevole: di fronte una squadra di Eccellenza