Futsal

Cmb Matera - Nitti: "Stop per lavorare su noi stessi. Scelta? A vicenda con il club"

Roberto Chito
20.11.2020 11:46

Lorenzo Nitti, FOTO: DIVISIONECALCIOA5.IT

"Lavoriamo ininterrottamente da agosto. Dico per fortuna perché vuol dire che siamo riusciti a giocare tutte le partite che erano in calendario. Anzi, ne abbiamo anticipata anche una contro Pesaro". Sono le parole di Lorenzo Nitti, tecnico del Cmb Matera che ospite della trasmissione Futsalando su Trm Network fa un primo punto della situazione in casa biancoazzurra.

SULLO STOP: "Sicuramente dispiace non poter giocare le partite che erano in programma in questi giorni: sia l’infrasettimanale di martedì, sia la sfida di questa sera. La squadra poi, era anche in un momento buono, quindi a maggior ragione ci avrebbe fatto comodo continuare a giocare. Purtroppo, per questa situazione che ci attanaglia da diversi mesi, le due sfide che avremmo dovuto disputare in questa settimana sono state rinviate".

SUL MOMENTO: "Si tratta di un periodo per staccare la spina per poi riprendere nuovamente, credo che ci faccia solamente bene. Soprattutto perché siamo un gruppo totalmente nuovo come più volte è stato sottolineato. In settimana siamo concentrati esclusivamente sulla partita che dobbiamo disputare nel weekend. Adesso, avremo del tempo per sfruttare questi giorni per poter mettere mano un po’ a noi stessi e portare avanti il lavoro. Questo, ci può fare solamente bene".

SULLA SCELTA: "Alla fine, credo che si possa dire che io e il Cmb Matera ci siamo scelti a vicenda. La missione era quella di creare un progetto per poter portare il futsal di livello in Basilicata. Con la società e il ds Pascale abbiamo allestito un roster che è il giusto mix fra esperienza e gioventù. Nonostante il periodo particolare che stiamo affrontando, vogliamo creare entusiasmo, passione e costruire qualcosa di importante che possa durare nel tempo".

Cmb Matera - Partenza positiva: i biancoazzurri tengono il passo play off dopo sei partite
Olimpia Matera - Botta e risposta con la Lnp: dal documento di aprile agli ultimi eventi