Futsal

Cmb Matera - Pulvirenti: "Sempre giocato in grandi squadre. Wilde? Fra top-10 al mondo"

Roberto Chito
05.11.2020 11:10

Giovanni Pulvirenti, FOTO: LUIGI TATARANNI-CMBFUTSALTEAM.IT

"Sono molto felice del cammino che ho fatto finora nella mia carriera. Sono sempre stato in spogliatoi importanti, avendo la fortuna di poter lavorare con giocatori altrettanto prestigiosi e giocare in squadre super-competitive. Tutti questi fattori mi hanno dato un bagaglio di esperienza davvero importante". Sono le parole di Giovanni Pulvirenti, laterale difensivo del Cmb Matera che alla trasmissione Tndem Sport Live ha analizzato diversi aspetti.

SUL CMB MATERA: "Sono davvero felice di essere riuscito a dare alla squadra un contributo anche dal punto di vista realizzativo in questo inizio di campionato. La speranza è che le cose possano continuare nel modo in cui sono cominciate. Il Cmb Matera, insieme all’Acireale è la squadra nella quale sono stato più tempo: due anni e mezzo. In biancoazzurro, e con questo progetto a Matera, mi trovo davvero molto bene".

SU WILDE: "Parliamo di un giocatore e una persona incredibile. È un piacere ed un onore giocarci insieme. È un giocatore che ha una visione di gioco incredibile. Inoltre, possiede un bagaglio di esperienza che tutti possono invidiare. Tra l’altro, in carriera ha vinto tanto. Ha un palmares che fa invidia a tutti. Credo sia fra i dieci giocatori più forti in assoluto di questo sport. Per me, è una grande opportunità avere in squadra un giocatore come lui. Dà sicurezza alla squadra. È una persona con la quale si può parlare e soprattutto ti fornisce consigli utili per migliorare sotto tutti i punti di vsta".

SUL FUTSAL: "Sport che facciamo per professione. Ci sono molti allenatori che studiano tanto. Come ci sono giocatori con carriere internazionali che hanno vinto tanto in passato. Per questa disciplina si tratta di un percorso di crescita che fa bene anche al pubblico che può assistere a partite davvero piacevoli".

SULLA SCELTA: "Quando sono arrivato ad Acireale sono davvero rimasto appassionato al futsal. Mi ha facilitato molto la passione che ho per il basket, avendolo anche giocato, e ci ho trovato diversi punti in comune con questo sport. Sono stato agevolato da questi fattori e mi sono trato subito bene. Ad Acireale avevo una gran voglia di mettermi in mostra, dando tutto negli allenamenti. È uno sport che ho sentito subito mio. È il connubio perfetto fra calcio e basket. In questo modo mi sono sentito al posto giusto".

Calcio Basilicata - La ripresa slitta ancora dopo l'ultimo Dpcm: lo scenario che si prospetta
Serie C - Girone C, due panchine bollenti: Catanzaro e Casertana, valutazioni in corso. La situazione