Tutto Calcio

Nazionale - Sei schiaffi alla Moldova: prima volta per Berardi e Caputo, ed El Shaarawy fa doppietta. La cronaca

Redazione TuttoMatera.com
07.10.2020 23:29

L'esultanza degli azzurri, FOTO: FIGC.IT

Nove gol all’Armenia quasi un anno fa, sei alla Moldova oggi. L’Italia, dopo il piccolo incidente di percorso contro la Bosnia-Erzegovina, ritorna ad essere grande con tutti. Il 6-0 di quest’oggi è conferma del grande valore della squadra di Mancini.

Sicuramente il test vale quello che vale, visto che di fronte c’era una squadra relegata al 175esimo posto del Ranking Fifa. Italia sperimentale contro la Moldova che vede Sirigu in porta. Difesa formata dalla coppia Mancini-Acerbi. Sugli esterni, invece, Lazzari e Biraghi. A centrocampo, invece, Locatelli in mediana con Bonaventura e Cristante. In avanti, tridente con Berardi-Caputo-El Shaarawy. Partita senza storia, chiusa già per 5-0 nel primo tempo.

Doppietta del faraone fra il 30’ e il 46’. Prima, però, apre le danze Cristante al 18’, prima del bis di Caputo. Quarta rete che arriva ad opera di Posmac che infila il proprio portiere. Nella ripresa, oltre alla solita girandola dei cambi e ad altri esperimenti di Mancini, arriva anche la rete di Berardi al 72’ che mette il punto esclamativo sulla vittoria degli azzurri.

Grumentum - Mercato, serve ancora altro? Petraglia: "Tutto può ancora succedere"
Nazionale - Mancini: "Segnali positivi nonostante tanti cambi. Caputo? Dipenderà solamente da lui"