Primo Piano

Campionati regionali - Spadafora frena sulla ripresa: serve un Piano B adesso?

Roberto Chito
19.11.2020 15:25

Il pallone, FOTO: FONTE WEB

"Mi dispiace dare una notizia negativa ma non esistono le condizioni sanitarie per prevedere le riaperture, oggi non esistono le condizioni. Dobbiamo prepararci alla proroga delle chiusure, aiuteremo tutto il settore". Sono le parole di Vincenzo Spadafora, ministro dello sport, che preannuncia la conferma dello stop ai campionati dilettantistici.

Chi pensava che si poteva riprendere, quantomeno con gli allenamenti, sembra essere stato fulminato dalle parole di Spadafora che prevedono una nuova stretta per quanto riguarda i campionati dilettantistici, ritenuti non di carattere nazionale. Campionati regionali, già partiti in ritardo, ed interrotti già dopo un mese. Difficile ipotizzare la ripresa. Qualcuno sperava che si poteva ripartire da dicembre con allenamenti, almeno tre settimane, far giocare i recuperi prima di tutto.

Dopo questo riallineamento poi, i campionati sarebbero dovuti riprendere. Difficile, però, che questo possa avvenire. Il problema sta davvero diventando serio e più passano le settimane, più diventa difficile pensare ad una ripartenza. Toccherà sicuramente ai vari comitati regionali provare a trovare dei possibili piani alternative per far ripartire i campionato quando il Governo darà il semaforo verde.

Dalla Basilicata - Coronavirus, altri 270 nuovi positivi. Ci sono altri guariti
Olimpia Matera - Ufficiale: niente Serie B per i biancoazzurri. Il club dice basta