Futsal

Cmb Matera - Cesaroni a TM: "Che liberazione nel finale. Strada giusta, meglio partire così"

Roberto Chito
13.10.2020 15:52

Paolo Cesaroni, FOTO: PAOLA LIBRALATO-DIVISIONECALCIOA5.IT

"L’esultanza finale è stata una grande emozione, ma soprattutto una bella liberazione. Siamo stati fermi troppo tempo e tornare a vivere tutte queste emozioni era un qualcosa che ci mancava". Sono le parole di Paolo Cesaroni, laterale del Cmb Matera che a TuttoMatera.com, analizza la partita di venerdì scorso che ha visto i biancoazzurri pareggiare per tre a tre contro il Cybertel Aniene.

SULLA PARTITA: "Abbiamo praticamente fatto tutto da soli. A parte il terzo gol, gli altri due dei nostri avversari sono stati viziati da due nostre ingenuità. La partita l’abbiamo fatta sempre noi".

SUL RISULTATO: "Questo pareggio ce lo teniamo stretto per come è arrivato. Si tratta di un punto d’oro. Il non mollare è stato un segnale di grande maturità. Infatti, una squadra totalmente nuova ha bisogno di tempo anche da questo punto di vista. Noi abbiamo dimostrato di essere sempre sul pezzo e pronti fino all’ultimo secondo perché nel futsal non è mai detta l’ultima parola fino all’ultimo secondo".

SULL’AUTORETE: "C’è stata un’incomprensione. Io, però, ero al posto giusto. Ho sbagliato semplicemente a calibrare il tocco. Forse Weber pensava che gliela proteggessi per favorire la sua uscita. Io, invece, pensavo di appoggiargliela per poter far partire subito l’azione. Purtroppo è successo. L’importante è la giocata successiva. Ci siamo concentrati e abbiamo pensato al prosieguo".

SULLE OCCASIONI: "Qualche rimpianto c’è perché abbiamo disputato una gran bella partita. Nel primo tempo abbiamo creato tanto e ci siamo ritrovati sull’uno a uno. Se fossimo andati all’intervallo in vantaggio credo che nessuno poteva dire niente. Nella ripresa, poi, ci sono stati dieci minuti dove abbiamo espresso un gioco bellissimo".

SUL RAMMARICO: "Viste le tante occasioni che abbiamo avuto, la vittoria ci stava tutta. Però, questo sport è così. A volte crei tanto e ti capita di trovarti sotto. Inoltre, avevamo tanti giocatori che era la prima volta che si approcciavano al campionato italiano".

SULLE SENSAZIONI: "Contro l’Aniene ne è uscito un pareggio ma la nostra prestazione è stata superlativa. Dobbiamo considerare che siamo un gruppo totalmente nuovo, sia come squadra che come staff-tecnico. In ogni caso, siamo sulla strada giusta. In questo momento preferisco conquistare un punto in questo modo che tre in maniera fortunata. Questo darebbe qualche dubbio in più e qualche certezza in meno. Alla lunga, poi, torna tutto".

Lnd - La soddisfazione di Sibilia: "Decisioni fondamentali per le nostre società" » Tutto Eccellenza
Grumentum - Finalmente si riprende: allenamenti ripresi in attesa del "positivo"