Altre Notizie

DAL GOVERNO - Ecco il nuovo Dpcm di Conte: e questa sarebbe la "Fase-due"? Le poche novità

Redazione TuttoMatera.com
26.04.2020 22:12

Discussione in Protezione Civile, FOTO: GOVERNO.IT

Poche novità. Più che una "Fase-due", sembra essere una "Fase-uno e mezzo". Nella conferenza stampa del premier Giuseppe Conte di questa sera, ha annunciato i provvedimenti del prossimo Dpcm che sarà in vigore dal 4 al 18 maggio che apre le porte alla fase di convivenza con il virus. Il problema, è che rispetto allo scorso provvedimento, le novità sono davvero poche.

Per esempio, sembra essere vietato di uscire di casa tranne per andare nei parchi o nei giardini pubblici, ma non uscire a fare passeggiate. Si potrà uscire per andare a far visita ai parenti più stretti. In entrambe le circostanze, però, non sono ammessi assembramenti. I sindaci, da questo punto di vista avranno la possibilità di chiudere nuovamente parchi e giardini quale le misure di sicurezza non dovessero essere superate. Le auto-certificazioni, però, resteranno. Dunque, per uscire di casa servirà un comprovato motivo. Come per trasferirsi in altre Regioni, tranne per motivi di lavoro, salute e altri.

Il divieto resta. Si potrà solamente tornare al proprio domicilio. Le altre misure prevedono il via libera per il cibo d’asporto. Ci sarà la riapertura dei comparti manifatturiero ed edile già a partire da domani. L’altra novità è rappresentata dalla possibilità di svolgere funerali. I riti, però, dovranno essere svolti all’aperto con un massimo di quindici persone, rispettando il distanziamento sociale. Stop. Per il resto, resterà tutto chiuso. Resteranno chiusi, probabilmente fino al 1 giugno bar, pub e ristoranti.

Un vero e proprio boccone amaro da digerire per la categoria, come per il turismo ancora sospeso nel limbo. Stesso discorso per quanto riguarda barbieri, parrucchieri ed estetisti. Tra i nodi da sciogliere nel Governo, anche la possibilità di raggiungere le seconde case e sull’obbligo delle mascherine. Decisioni che non potranno far felici gli italiani che da inizio marzo sono rinchiusi in casa e dovranno accettare di restarci ancora.

Più che un decreto "Sblocca Paese" sembra essere un piccolo dolcino mal digerito dagli italiani che si aspettavano quantomeno di poter uscire per una passeggiata. E invece, il Governo, insieme all’equipe di esperti e comitati hanno partorito una decisione che farà molto discutere.

CORONAVIRUS - Protezione Civile, il punto: dato più basso delle vittime, tanti i guariti. La situazione
DAL GOVERNO - Conte, il discorso alla Nazione: "Se ami l'Italia, mantieni le distanze"