Tutto Calcio

NAZIONALE - Mancini: "Un anno in più per coltivare un sogno. Campionato? Nulla è escluso"

Redazione TuttoMatera.com
20.04.2020 09:20

Il ct Roberto Mancini, FOTO: FONTE WEB

"Spero si possa tornare a giocare al più presto perché il calcio è anche una cosa sociale molto importante, poi vedremo quello che accadrà. E spero che questa cosa terribile finisca presto. Ci vorrà un po’ più attenzione ma noi ci meritiamo di tornare a vivere come prima". Sono le parole di Roberto Mancini. Il ct della Nazionale, nell’intervista concessa a Sportmediaset analizza gli ultimi eventi che stanno caratterizzando il calcio italiano.

SULLA SQUADRA: "Siamo una delle Nazionali più giovani. Quindi un anno in più d’esperienza farà migliorare il bagaglio di ognuno, sia tecnico che atletico. Sarà una tappa importante per me e per noi. Siamo riusciti a creare una squadra forte che potrà migliorare e che potrà giocare per vincere".

SUGLI OBIETTIVI: "Riportare l’europeo in Italia dopo tanti anni, visto che l’ultimo è stato vinto nel 1968, sarebbe una cosa magnifica che vogliamo fare. Abbiamo le qualità per poterlo fare".

SU ZANIOLO: "Un anno in più sarà importante per Zaniolo. Come ruolo, la prima volta che l’ho visto ha giocato come mezzala e credo che quella sia la sua posizione. Poi ha la possibilità di giocare anche come d’esterno destro o come sta giocando nella Roma a volte. Se un giocatore con qualità importanti può ricoprire più ruoli senza problemi, questo è un vantaggio per lui e per noi".

SU TONALI: "Ha grande personalità. Deve solo fare esperienza a certi livelli poi è già un giocatore pronto".

SU BALOTELLI: "Se lui penserà solo al calcio e farà quello che deve fare le porte sono aperte, per lui come per tanti altri giocatori che magari non sono stati chiamati. Mario è come tutti gli altri, ha delle qualità importanti ma dipende solo da lui".

SU DE ROSSI: "Credo che lui farà il patentino in questi mesi. C’era stata la possibilità poi, giustamente, ha preferito fare un’esperienza diversa. Vedremo in futuro".

SUL CAMPIONATO: "Penso che possa accadere di tutto perché uno stravolgimento così non c’è mai stato. Difficile fare previsioni, la Juventus è in testa e resta la più forte ma tutto può succedere, potrebbero rientrare in corsa anche l’Inter e l’Atalanta. Quando ci si ferma per così tanto tempo può cambiare tutto, niente è escluso".

CORONAVIRUS - Protezione Civile, il bollettino odierno: calano vittime e contagi. Il trend positivo si conferma ancora
REBUS CAMPIONATI - Parla Gravina: "Non voglio essere il becchio del calcio italiano"