Basket

OLIMPIA MATERA - Smorto: "Terzo posto da blindare. Il trend? Siamo un'altra squadra"

Roberto Chito
12.02.2020 22:40

Il cestista Fabrizio Smorto, FOTO: ROBERTO LINZALONE-OLIMPIAMATERA.IT

"Dopo la vittoria contro Bisceglie non possiamo non essere soddisfatti del risultato. Venivamo da due sconfitte consecutive in trasferta che avevano abbassato il nostro morale dopo una bellissima striscia di vittorie consecutive". Sono le parole di Fabrizio Smorto, cestista dell'Olimpia Matera che ai canali ufficiali del club biancoazzurro ha analizzato il momento dei materani.

SULLA PROSSIMA SFIDA: "Adesso, ci attende una sfida ancor più importante: vincere a Sant'Antimo ci consentirebbe di fare un passo quasi decisivo per la conquista del terzo posto. Sappiamo benissimo che sarà un compito difficile e che occorrerà la massima attenzione per portare a casa i due punti".

SUL TREND: "Siamo consapevoli di quanto fatto finora. Nessuno ci ha regalato nulla, e soprattutto nessuno lo farà in questo momento delicato di stagione. Per raggiungere i nostri obiettivi dovremo lavorare duramente ogni giorno e in ogni allenamento".

SULLA PROVA PERSONALE: "Ci tenevo particolarmente a far bene con la mia ex squadra. E' stata una bella prestazione per dare un segnale importante".

SULLA VITTORIA: "Questo è tra i successi più belli in assoluto. Siamo stati bravi a limitare i loro esterni. Contava vincere: ci siamo riscuti, e anche molto bene".

SULL'EVOLUZIONE: "Rispetto alla partita di andata che abbiamo giocato a Bisceglie, adesso siamo un'altra squadra. Siamo più solidi in difesa, con un'identità ben precisa. L'aspetto più importante è che si alternano prestazioni di alto livello da parte di tutti. Se qualcuno di noi vive una giornata storta, c'è sempre qualcun'altro che rende al meglio. In questo gruppo ci sentiamo tutti importanti e diamo sempre una mano alla causa".

SUL RITORNO: "In avvio di stagione avvertivo la resposabilità di essere tornato a Matera e lo volevo fare a modo mio, essendo decisivo, e questo forse mi ha bloccato mentalmente nella prima parte di stagione, soprattutto dal punto di vista mentale. Infatti, non riuscivo ad essere quello di sempre. Ora mi sento più tranquillo e sto cominciando a godermi questa annata fantastica. E di questo, ne risente positivamente anche il rendimento".

SERIE C - Coppa Italia, capolavoro bianconero: la Juventus Under 23 conquista la finale
OLIMPIA MATERA - Tutto aperto: Cassino manda ko Salerno, i biancoazzurri ci credono