Futsal

Cmb Matera - Auletta sul futuro: "Matera per alzare l'asticella. E ora vogliamo il top"

Roberto Chito
24.11.2020 22:25

Rocco Auletta, FOTO: FONTE WEB

"Sono una persona ambiziosa, a rischio presunzione a volte. L’ambizione fa parte del mio carattere. Qualche anno fa dissi che sarebbe arrivati in Serie A e ci siamo riusciti. Ovviamente, questo traguardo è stato raggiunto due stagioni fa. Adesso, dobbiamo guardare avanti". Sono le parole di Rocco Auletta, presidente del Cmb Matera, che nella lunghissima intervista concessa a TuttoMatera.com parla di quelli che sono i programmi del club biancoazzurro.

SUGLI SPONSOR: "Purtroppo nella nostra terra è davvero difficile fare sport ad un certo livello. Infatti, il nostro main-sponsor è di Verona. E in questi anni non sono mai riuscito a sostituirlo. Non che voglia privarmi di Signor Prestito ma per coinvolgere qualche altra realtà locale. Invece, non c’è nulla. Dobbiamo essere consapevoli di cosa può dare il nostro territorio e da questo punto di vista non moltissimo".

SU MATERA: "Il nostro trasferimento fra i Sassi è dovuto al fatto di voler alzare la famosa asticella. Sono sicuro che da questo punto di vista Matera possa essere quel qualcosa in più, in grado di sostenerci e supportarci. Purtroppo la collina materana non ci ha dato granchè a livello di supporto. Lo dico senza offendere nessuno, è semplicemente un dato di fatto".

SUL FUTURO: "Vogliamo crescere man mano. Probabilmente quest’anno abbiamo fatto il massimo possibile. Le problematiche sono davvero tante. Io resto sempre ambizioso e fiducioso".

SUL MODELLO: "Settimana scorsa, in un’altra intervista ho parlato della Pvf, vecchia società di volley materano, ma il mio messaggio sembra essere stato travisato. Il mio discorso era un altro. Credo che anche da noi, con il supporto di tutte le componenti e con le giuste competenze che ci sono, si possono fare delle cose importanti. Dobbiamo essere consapevoli che non siamo secondi a nessuno. Per questo ho parlato della Pvf, perché è un modello da seguire per noi. Se prima era un miraggio, ora non più. È anche un sogno. Perché bisogna sognare, senno ci appiattiamo".

SULLE AMBIZIONI: "Non possiamo perderci nel cosiddetto campanilismo e fare una guerra fra poveri, perché nessuno ne gioverebbe. Matera per noi è il top e pian piano vorremmo portarla ai vertici del futsal nazionale. Che in un certo senso abbiamo già raggiunto. Infatti, siamo rispettati da tutti e per i giocatori sposare il progetto del Cmb a Matera ha sicuramente quel qualcosa in più. E lo abbiamo visto quest’anno, perché siamo riusciti a portare in squadra giocatori davvero importanti".

Cmb Matera - Auletta sugli obiettivi: "Play off? Tante varianti. Nitti ottima scelta"
Cmb Matera - Auletta sulle strutture: "Percorso comune per trovare le soluzioni migliori"