Primo Piano

CITTÀ DEI SASSI - Finale amaro: Faccalvieri beffa i biancoazzurri. Play off sempre più lontani

Roberto Chito
01.03.2020 18:45

La squadra del Città dei Sassi, FOTO: FONTE WEB

Beffa sul più bello per i biancoazzurri. Il Salandra riesce a strappare un punto al Città dei Sassi nel finale di partita. Alla rete di Ramundo, ha risposto quella di Fraccalvieri. Un uno a uno che accontenta più i padroni di casa che gli ospiti alla disperata ricerca di un posto play off.

Perché il discorso è sempre lo stesso: la distanza dal secondo posto che è sempre tanta. Anzi, oggi il Città dei Sassi si trova addirittura al settimo posto, a meno quattro dal Viggianello quinto, ma il vantaggio del Bernalda è superiore ad otto punti sulle antagoniste. La sfida in terra ospite, però, per i biancoazzurri comincia davvero bene. Al 35’ del primo tempo è Ramundo a portare avanti i suoi. Primo tempo che la squadra di Paterino riesce a concludere in vantaggio.

Nella ripresa, la partita si innervosisce, e anche tanto. Il Salandra pareggia, ma l’arbitro annulla la rete. Reazione esagerata da parte dei padroni di casa che se la prendono con il signor Lacopeta di Matera. Il Città dei Sassi sembra tenere e custodire il vantaggio. Nell’ultimo minuto di recupero, però, Fraccalvieri fredda Catello e firma il definitivo uno a uno.

     

IL TABELLINO

SALANDRA-CITTÁ DEI SASSI 1-1

RETI: al 35’ pt Ramundo (CDS), al 49’ st Fraccalvieri (S).

SALANDRA: Zuccarelli, Stigliano, Barbarito D., Barbarito R. Gaydarzhy, Scasciamacchia, Mastrosimone, La Centra, Fraccalvieri, Kebbeh, Tarquilio. A disposizione: Mballo, Morelli, Gagliardi, Venezia, Tubito. Allenatore: Dascanio.

CITTÁ DEI SASSI: Catello, Karr, Fiore, Di Noi, Santovito, Dicesare, Carioscia, Nasca, Ramundo, Venditti, Maiga. A disposizione: Carpentieri, Cignola, Cisse, Pozzuoli, Onofrio. Allenatore: Paterino.

ARBITRO: Giovanni Lacopeta di Matera.

SECONDA CATEGORIA - Girone B, arriva il primo verdetto. Lotta per il secondo posto ora
SASSI MATERA - Crisi senza fine: l'Episcopia infligge un durissimo poker ai biancoazzurri