Primo Piano

Usd Matera - La nota del club: "Trattativa col Montescaglioso? Ecco la situazione"

Roberto Chito
09.07.2020 21:08

La maglia dei biancoazzurri, FOTO: TUTTOMATERA.COM

Una trattativa interrotta sul più bello. Proprio mentre la Usd Matera stava acquisendo il titolo sportivo del Montescaglioso, nella Provincia materana si sono fatti vivi alcuni imprenditori locali che hanno deciso di affiancare il presidente Oliva per la prossima stagione. Questa, infatti, la sintesi del comunicato stampa diffuso dal club biancoazzurro in queste ore.

"La Usd Matera Calcio 2019, con il presente comunicato intende fare chiarezza sulle vicissitudini di questi ultimi 3 giorni. La società con a capo il presidente Battilomo, nei giorni scorsi non è rimasta insensibile all’appello del presidente Raffaele Oliva del Montescaglioso Calcio, squadra che disputa il campionato di Eccellenza lucana, rivolto agli imprenditori locali di sobbarcarsi oneri e onori societari. Per questo la Usd Matera Calcio 2019 ha manifestato al presidente Oliva, l’interesse a rilevare il titolo sportivo, solo nel caso che nessun imprenditore locale si fosse manifestato", si legge nella nota della Usd Matera che ci ha tenuto a fare chiarezza dopo gli sviluppi di questi ultimi giorni dove è stata accarezzata la possibilità di disputare il massimo campionato regionale.

Poi, si la luce sulla vicenda: "La trattativa lampo, è stata portata avanti in questi 3 giorni con continui contatti tra le parti, non rimaneva altro che mettere nero su bianco, tutto si è interrotto perché sia nella giornata di ieri e sia nella giornata di oggi, pare che al presidente Oliva siano arrivate manifestazioni d’interesse da parte dell’imprenditoria locale, pertanto la Usd Matera Calcio 2019 non intende intralciare temporaneamente eventuali percorsi interni alla città di Montescaglioso, valutando successivamente la stessa o altre occasioni a rilevare il titolo sportivo".

MATERA - Come volevasi dimostrare: Grumentum, la nota del Comune
La pensiamo così - Anno nuovo, vecchio scenario: Comune, il rilancio non si fa così