Le Parole

L'intervista - Finamore: "Felice del lavoro sul mercato. Obiettivi? Riprendiamoci tutto"

Roberto Chito
06.09.2020 19:50

Antonio Finamore, FOTO: TUTTOMATERA.COM

"Questa squadra deve competere per assicurarsi posizioni di vertice e lottare per i massimi obiettivi. Una squadra che deve riprendersi ciò che gli è stato tolto e deve farlo con la forza più importante da tirar fuori. Di ogni partita dobbiamo farne una finale". Sono le parole di Antonio Finamore, tecnico del Grumentum. L’allenatore dei biancoazzurri, infatti, in un’intervista concessa a TuttoMatera.com all’indomani della presentazione ufficiale di ieri, ha analizzato diversi temi.

SULLA SCELTA: "Hanno contributo la fiducia che il presidente Petraglia mi ha mostrato durante tutta la stagione e nel periodo del lockdown. Più volte le sue manifestazioni di stima e fiducia mi hanno fatto capire che il mio posto doveva essere qui".

SULLA MISSIONE: "Il nostro obiettivo è quello di continuare un percorso che abbiamo iniziato la scorsa stagione e che prevede il portare a termine un progetto pluriennale che ci eravamo prefissati la scorsa estate".

SU MATERA: "Porta con se grandi responsabilità soprattutto in relazione al progetto che punta a coinvolgere questa comunità. È un’opportunità perché c’è la possibilità di interagire con un ambiente evoluto e che conosce e ama il calcio. Tutto questo fa alzare l’asticella l’impegno che dovremmo metterci. Le cose importante non si trovano mai ai saldi ma bisogna metterci qualcosa in più".

SUL MODULO: "Parlarne oggi è anacronistico. Quelli rispondono alle esigenze di ogni singola partita e di un momento particolare della stagione. Possiamo parlare di un modello di gioco. Voglio vedere una squadra offensiva. Giocheremo quasi sempre con tre attaccanti e una squadra corta che li supporti".

SULLA VOGLIA: "Dobbiamo vendicare un grave torto che abbiamo subito la scorsa stagione. Deve essere uno stimolo in più. Dovremo essere arrabbiati fino alla fine per quello che abbiamo subito perché è stato un qualcosa di brutto".

SULLA SQUADRA: "Ho chiesto a Petraglia di allestire una squadra che avesse delle caratteristiche ben precise sotto tutti i punti di vista. Posso dire di essere stato accontentato in ogni ruolo".

SUL MERCATO: "Il lavoro del dg Pace e del ds Mastroberti è stato di altissimo profilo. Sia le riconferme che i nuovi acquisti arrivati sono pensati per costruire una squadra equilibrata e che possa esprimere un calcio offensivo e di qualità. Si tratta di una rosa che dà un alto valore al lavoro svolto finora".

SUL LAVORO: "Per vedere il mio vero Grumentum serve il tempo giusto per conoscerci e metabolizzare i principi di gioco. Serve il tempo fisiologico che si crei un feeling di squadra solido. Su questo ci aiuta il fatto che molti giocatori già si conoscevano perché hanno giocato insieme".

SUI GIOCATORI: "Alcuni di loro li ho già allenati e ne conosco le qualità. E su ognuno di loro posso mettere la mano sul fuoco per le qualità tecniche, ma soprattutto umane".

Nazionale - Mancini: "Piacere che gli olandesi riconoscono il nostro lavoro. Non possiamo perdere più terreno"
L'intervista - Finamore sul torneo: "Eccellenza, ogni squadra può essere una vera insidia"