L'Approfondimento

La pensiamo così - A pagare sono sempre i piccoli. Una vicenda che si poteva evitare

Roberto Chito
26.10.2020 10:12

Immagine d'archivio, FOTO: FONTE WEB

E alla fine è arrivato lo stop. Tante volte, in queste settimane si era parlato di una sospensione dei campionati dilettantistici, perché nel mondo del calcio erano ritenute "attività non necessarie". Impossibile far saltare la Serie A, visto il giro di soldi che c’è e lo scenario visto in estate è la reale testimonianza. Dunque, a saltare, in questo momento, sono i piccoli del calcio.

Quelli invisibili che durante i weekend fanno girare il pallone nei campi di Provincia e rappresentano il maggior movimento calcistico italiano. Peccato che questo movimento, fortemente penalizzato la scorsa stagione con lo stop arrivato dopo lo scoppio della pandemia, non è stato tutelato per la ripartenza. Non c’erano protocolli chiari, non c’erano visioni condivise. E così, da circa dieci giorni, con gli innumerevoli Dpcm della presidenza del consiglio, il calcio regionale ha cominciato a vivere con numerosi ultimatum e la paura di fermarsi nuovamente.

Oggi, però, la domanda è: si potrà riprendere? Difficile dare una risposta se si dovrà star fermi fino al 24 novembre, senza sapere se ci saranno gli allenamenti per non far perdere la condizione atletica alle squadre. Dal mondo dilettantistico, al momento, regna silenzio assoluto. Forse il salvataggio della Serie D sembra essere stato il giusto compromesso per poter sacrificare i campionati regionali. Abbiamo assistito a partite rinviate per "presunti casi sospetti", perché allora non si è potuto andare avanti?

La sensazione è che in questo Dpcm doveva essere giocoforza fermato qualcosa per poter far vedere che sono stati presi provvedimenti. Questa volta, però, a perdere sono tutti. Perché il calcio, in Italia non può essere solamente rappresentato da Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic. No, in Italia ci sono tante piccole realtà che comunque fanno girare un sistema e che dopo qualche settimana si ritrovano nella stessa situazione di marzo.

Covid-19 - Ufficiale: il premier Conte sospende i campionati regionali ma salva la Serie D
Dalla Lnd - Tornei sospesi, ma gli allenamenti? Si attende un chiarimento a breve