Primo Piano

USD MATERA - I biancoazzurri non si fermano più: travolto anche l'Armeno allo Scirea. La cronaca

Roberto Chito
08.12.2019 17:18

L'undici biancoazzurro, FOTO: TUTTOMATERA.COM

E sono otto. Un altro successo rotondo. Un’altra vittoria per allungare sulle seconde e cominciare a mettere la Prima Categoria nel mirino. Certo, manca ancora molto alla fine del campionato ma questo Matera si avvicina sempre più verso il salto di categoria. E questo pomeriggio, un altro mattoncino viene messo con il rotondo successo sull’Armento. Al centro sportivo Gaetano Scirea, i biancoazzurri la spuntano su un Armento comunque mai domo che si è dovuto arrendere alla superiorità della squadra della Città dei Sassi che porta a casa un successo fondamentale.

Ci mette davvero poco il Matera a portarsi in vantaggio. Rete che arriva già al 4' con Marta che da uno spunto sugli sviluppi di corner stampa in rete da pochi passi. Biancoazzurri che continuano a macinare occasioni, anche se l'Armento è sempre in agguato. Come al 11' quando un pasticcio difensivo permette ai rossoblu di rendersi pericolosi: Matera che se la cava in qualche modo. Oppure, come al 13' quando sugli sviluppi di punizione, la palla giunge a Pompeo che ci prova: sfera che colpisce la traversa. Al 20' i biancoazzurri trovano il raddoppio, mettendo fine alla piccola sofferenza. Rete che arriva su calcio di rigore, grazie al capitano Alberto Marisco che spiazza il portiere. Matera che sul 2-0 continua a rischiare poco e a proporsi in avanti diverse volte ma senza trovare il guizzo giusto per mettere in rete il pallone del tris. Il primo tempo si chiude con una chance per l'Armento che al 42' con un diagonale di Bello sfiora di pochissimo la destra del palo.

Nel secondo tempo, il Matera ci mette solo 5’ a trovare il tris. Lo fa con un gran pallone in area per Cristalli che tutto solo stampa in rete. Due minuti dopo, invece, è Chisena a sfiorare il poker: vede il portiere fuori dai pali e prova a sorprenderlo: quest’ultimo, in qualche modo trova un clamoroso recupero. La partita poi, si fa molto nervosa. Tanti falli da una parte e dall’altra. L’Armento, però, non si fa intimorire dal triplo svantaggio. Al 18’ è Pompeo a provarci: palla che termina a lato. Matera che al 22’ con Losignore da pochissimi passi si divora il poker.

Poco prima della mezzora, l’Armento ha la grande occasione per riaprire il match: Di Buono scappa sulla destra e mette al centro un pallone per Bello che tutto solo e a da pochi passi calcia clamorosamente sul fondo. I biancoazzurri, chiudono la difesa e provano a trovare la quarta rete. Ci riescono al 37’ con Marsico che approfitta di un clamoroso errore del portiere Bello, beffandolo clamorosamente. Nel finale di partita, l’Armento con Di Buono ha l’occasione per realizzare il gol della bandiera: Cappiello si oppone, dicendo di no.

REAL TEAM MATERA - Ennesimo exploit esterno dei biancoazzurri: l'Orsa Viggiano si arrende. La cronaca
CITTA DEI SASSI - E' caduta libera: passa anche il Montescaglioso, ora è crisi. La cronaca