Tutto Calcio

REBUS CAMPIONATI - Spadafora: "La Serie A non vuole il blocco. Dato un segnale, ma nulla è scontato"

Redazione TuttoMatera.com
27.04.2020 09:27

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora, FOTO: FONTE WEB

"Riceviamo pressioni dalla Lega di Serie A. Ma il fatto che non abbiamo ancora garantito una data per il ritorno del campionato è perché non possiamo ancora stabilirlo con certezza, non perché non siamo in grado di decidere". A parlare è Vincenzo Spadafora, ministro dello sport che intervistato da Rai 2 ha fatto il punto della situazione per la ripartenza del calcio in Italia.

SUI PROTOCOLLI: "Ci è stato fornito per la ripresa delle squadre di A, che però i membri del comitato tecnico-scientifico hanno giudicato ancora non sufficiente. Necessita di approfondimenti, che verranno fatti nei prossimi giorni e in base ai quali ci regoleremo. Ma figuratevi se io voglio boicottare il campionato di calcio".

SULLA SITUAZIONE: "L'Olanda ha già chiuso, la Spagna non sa se riparte. E' una situazione complicata. Noi dei segnali li dobbiamo dare, ma nulla è scontato nelle prossime settimane. Dobbiamo adeguarci anche noi a una evoluzione continua delle cose. Immagino già gli improperi della Lega Serie A, ma io devo tutelare tutto lo sport".

SULLE MISURE: "Sono d'accordo con le misure, le abbiamo proposte al Presidente del Consiglio noi del ministero. Le buone notizie sono la ripresa di attività motoria e sportiva nei parchi, pur con tutte le distanze, e l'allenamento degli atleti, professionisti e non, ritenuti di rilevanza nazionale, tutti quelli che avrebbero dovuto o dovranno fare gare di livello nazionale e internazionale. Parliamo però solo di sport individuali, e non di allenamenti individuali. Per gli sport di squadra dovremo ancora attendere".

REBUS CAMPIONATO - Serie A, avanti un passo per volta. Conte: "Tracciato un primo percorso"
REBUS CAMPIONATI - Il Governo vuole lo stop, la Figc non ci pensa proprio e pensa a un nuovo piano