La campagna di Trump chiede formalmente che Facebook ripristini il suo account

Donald Trump siede con le braccia incrociate sul petto. Jim Watson/AFP tramite Getty Images

L’ex presidente Donald Trump ha “formalmente” presentato una petizione a Meta per ripristinare il suo accesso Dopo la cancellazione dell’account Facebook Il 6 gennaio 2021, sulla scia delle rivolte del Campidoglio, Notiziario NBC mercoledì i rapporti.

“Crediamo che il divieto dell’account del presidente Trump su Facebook distorca e soffochi drasticamente il discorso pubblico”, ha detto martedì la campagna di Trump in una lettera a Meta, una copia ottenuta da NBC News.

NBC News ha detto che i consiglieri si stavano “incontrando per discutere l’immediata reintegrazione del presidente Trump sul podio”.

Un portavoce di Meta ha dichiarato a NBC News che la società “annuncerà una decisione nelle prossime settimane in conformità con il processo che abbiamo definito”. Il divieto post-rivolta di Facebook sull’account di Trump inizialmente doveva durare solo due anni, durante i quali la società e gli “esperti” avrebbero “valutato se il rischio per la sicurezza pubblica è diminuito”, ha affermato Nick Clegg, capo degli affari globali di Meta. Tempo.

Nel frattempo, il team di Trump sembra pianificare un ritorno su Twitter per l’ex presidente, così come Elon Musk, che è stato recentemente riammesso. Ha rivisto la sua sospensione permanente post-sommossa.

“Trump probabilmente tornerà su Twitter. È solo una questione di come e quando”, ha detto a NBC News una fonte repubblicana a conoscenza della questione. “Ne ha parlato per settimane, ma Trump sta parlando per Trump, quindi nessuno sa cosa farà o quando lo farà”.

I consulenti stanno elaborando idee per il primo tweet di Trump, ha aggiunto un’altra fonte. Ma qualsiasi piano di ritorno è almeno un po’ complicato L’esistenza della vera societàLa società di social media rivale del presidente potrebbe dovergli acquistare un’esclusiva sulla piattaforma.

READ  George Santos: gli avvocati del Dipartimento di Giustizia chiedono alla FEC di indagare sul membro del Congresso di New York

Un continuo divieto di Facebook costituirebbe “uno sforzo concertato da parte di una società privata per mettere a tacere la voce politica di Trump”, ha continuato la campagna del presidente nella sua lettera di martedì. Inoltre, ogni giorno il silenzio della voce politica del presidente Trump aumenta l’interferenza inappropriata nel processo politico ed elettorale americano.

Lo farai anche tu

Cos’è il Blue Monday?

La nucleare delle esportazioni russe di petrolio e gas verso l’Ucraina si ritorce contro

Perché le persone sono arrabbiate per il nuovo monumento che onora la storia d’amore di MLK e Coretta Scott King?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *