MATERA - Quale scenario per il calcio materano? Fra tanti rumors e realtà: ecco la situazione

23.05.2020 19:17 di Roberto Chito Twitter:    Vedi letture
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
MATERA - Quale scenario per il calcio materano? Fra tanti rumors e realtà: ecco la situazione

Quali prospettive per il calcio materano? È un po’ la domanda che si vanno tutti in queste ore in città. Per la verità, i primi rumors hanno cominciato a circolare già da tempo. Come sempre, in questo periodo cominciano a susseguirsi le prime voci, soprattutto se ci si avvicina ad un appuntamento importante come le elezioni comunali. Matera, proprio in queste settimane avrebbe avviato il post-De Ruggieri, ma la pandemia del Coronavirus ha posticipato il tutto a data da destinarsi.

Per questo, in Città cominciano a circolare le prime voci. Rumors che sono partiti già da alcuni mesi. Prima si era vociferato del possibile trasferimento del titolo sportivo del Rotonda in caso di promozione in Serie D. Poi, si era parlato dell’interessamento di Antonio Petraglia, attuale patron del Grumentum Val d’Agri, pronto anch’esso a trasferire il titolo nella Città dei Sassi. Per un ultimo, si parla anche delle possibilità che alcune realtà di Eccellenza della Provincia possano cedere o regalare il proprio titolo alla città di Matera. Infatti, club come Montescaglioso e Pomarico hanno portato avanti la stagioni con difficoltà. Stesso discorso riguarda il Policoro. Dunque, tre potenziali titoli sportivi a disposizione pronti a trasferirsi a Matera? Sulla carta, questa, rappresenterebbe una grande occasione.

La stessa che nessuno ha considerato la passata stagione quando il Real Metapontino moriva e nessuno era disposto a far ripartire Matera dall’Eccellenza visto che si era presi dalla possibilità della Serie D con quel clamoroso teatrino portato fino all’ultimo giorno avanti da Comune ed imprenditori. E proprio quest’ultima categoria che a distanza di un anno non sembra aver cambiato le proprie intenzioni. Infatti, il progetto dell’Usd Matera è partito da un gruppo di appassionati, creato da piccoli imprenditori che in città hanno alcune attività commerciali e hanno deciso di dar vita ad un progetto.

Questo, infatti, non ha mai avuto alcuni scopi politici o di qualsiasi altra veduta. Nonostante la partenza dalla Seconda Categoria, il consenso popolare è stato davvero tanto. Ora per l’Usd Matera si spalancano le porte della Prima Categoria, serie conquistata sul campo. Cosa riserverà il futuro, poi, è un discorso a parte. Perché nelle conferenze stampa di inizio anno sia il dg Papangelo che il vice-presidente Taccardi hanno più volte ribadito l’idea di essere aperti a coloro vogliano contribuire a questo progetto.

Al momento, però, non si è fatto avanti nessuno. Il post-lockdown e il marasma che potrebbe sconvolgere il calcio italiano e magari anche regionale, chissà che non possa far fare a Matera qualche passo in avanti, considerando l’ottimo progetto che l’Usd ha messo in campo dalla scorsa stagione. A parlare, ovviamente, sarà solamente il tempo. Stesso discorso vale per interessamenti e possibilità di fusioni.