OLIMPIA MATERA - Grappasonni: "Un po' di rammarico c'è. Sintonia col coach da subito"

20.05.2020 15:47 di Roberto Chito Twitter:    Vedi letture
Foto: Roberto Linzalone
Foto: Roberto Linzalone

"Per com’è terminata questa stagione, sicuramente un po’ di rammarico c’è. Noi avevamo ottimi propositi per il rush finale di questa annata. In questo momento, però, dobbiamo cercare di essere fiduciosi e guardare con positività al futuro". A parlare è Cristiano Grappasonni, direttore sportivo dell’Olimpia Matera che intervistato da Tiro Libero fa il punto della situazione sulla stagione andata in archivio.

SUI SEGRETI: "C’è stata molta sintonia dal primo momento fra me e coach Origlio. Credo che questa sia una componente molto importante perché in questo modo si possono fare ottime cose. Poi, siamo stati molto fortunati anche nel trovare ragazzi che prima di tutto si sono mostrate persone serie ed hanno sposato a pieno il progetto".

SUL PROGETTO: "La programmazione è cominciata la scorsa stagione. In estate abbiamo provato a confermare gran parte del gruppo dell’annata precedente ma non ci siamo riusciti. Abbiamo fatto un lavoro certosino nel trovare persone che avevano voglia di mettersi in mostra".

SUI MERITI: "Ci anche una buona dose di fortuna nello sport. Gran parte dei meriti sono da attribuire a coach Origlio per quello che è stato fatto. Ovviamente c’è anche il grande contributo della società che ha fatto davvero tanto per raggiungere questi risultati".

SUL PRESTIGIO: "Credo siamo rimasti l’unica realtà importante, non solo per Matera, ma per tutta la Basilicata. Oltre al parquet, guardiamo oltre. Questi sono aspetti che fanno la differenza".

SUL PALASASSI: "È stato un peccato non averlo inaugurato. Abbiamo disputato tutta la stagione al Pala Lanera che è stato il nostro fortino visto che abbiamo chiuso da imbattuti in casa".