Primo Piano

Matera, sei pronto? Il campionato parte: è subito caccia all'obiettivo

Roberto Chito
16.09.2018 18:35

L'esultanza dei biancoazzurri, foto: Emanuele Taccardi

Finalmente si parte. Dopo una delle estati più burrascose e tormentate in casa biancoazzurra, parta il nuovo campionato. Quella 2018, per tanti aspetti, non potrà essere ricordata come una delle estati migliori da parte dei tifosi materani, nonché del calcio italiano. Martedì, però, questo nuovo Matera scenderà finalmente in campo. Contro il Rieti, infatti conteranno i punti quelli che dovranno portare la squadra di Imbimbo alla salvezza.

Rispetto alla passata stagione, è cambiato davvero tutto. Società, squadra e staff tecnico. Quella 2018 è stata l’estate della svolta dal punto di vista societario: Saverio Columella, dopo sei stagioni ha detto basta. Prima la telenovela con Lamberti, poi il passaggio al duo materano Andrisani-Ripoli che stanno lavorando per poter dare un futuro stabile al club biancoazzurro. Questo argomento è all’ordine del giorno, ma più che altro è meglio pensare al campo e al nuovo campionato che si appresta a cominciare. Cosa dovremmo aspettarci da questo Matera? La salvezza. Senza troppi giri di parole, l’obiettivo principale dei biancoazzurri è questo. Il campionato, soprattutto quest’anno, per quanto riguarda la bassa classifica sembra essere molto livellato.

Il dubbio, però, è che al momento non si sa ancora quante saranno le retrocessioni. Dunque, meglio cominciare a fare punti da subito. Ci vorrà pazienza, però. Questo Matera è partito in ritardo e soprattutto, presenta una rosa che deve ancora amalgamarsi e trovare la giusta intesa. Non sarà facile, visto che fra amichevoli e Coppa Italia, i segnali arrivati sono stati davvero pochi. È un Matera giovane, che ha sposato il progetto della linea verde. Il ds Luigi Volume ha cercato di trovare pedine importante, trovando accordi con i settori giovanili di Serie A: Milan, Fiorentina e Torino hanno accettato il progetto dei biancoazzurri dando il via a diversi prestiti.

Per il resto, Volume ha pescato diversi under dalla Serie D, cercando di pescare i migliori dell’ultima stagione che adesso hanno la chance di poter dire la loro in una categoria importante, stimolante, ma altrettanto difficile come la Serie C. Le pedine esperte, però, non sono mancate. Oltre la linea verde, questo nuovo Matera ha alcune certezze. Anche qui, si è deciso di puntare su giocatori provenienti da diverse annate in Serie D, pronti al riscatto. Proprio sulle motivazioni e sulla voglia di emergere che questo nuovo Matera è nato. Motivazioni le ha anche il tecnico Eduardo Imbimbo.

Dopo essere stato il secondo di Novellino ad Avellino, e soprattutto allenato per diverse stagioni in Serie D, con la piccola apparizione in serie C a Martina Franca, il tecnico campano ha tanto da dimostrare. È la sua grande occasione di affermarsi e di far vedere il suo calcio. La figura giusta per una squadra di giovani, visto che proviene proprio dal settore giovanile. Un mix di giovani ed esperti.

Un mix di motivazioni e voglia di mettersi in mostra. A cominciare dalla sfida contro il Rieti. Parte il nuovo campionato e il Matera è subito pronto a dire la propria. Da martedì si dà l’assalto alla salvezza: l’obiettivo è nel mirino. Partita dopo partita, bisogna cercare di mettere un mattone dopo l’altro per conquistarlo.

Commenti

Il calendario di settembre: Matera, ecco le sfide che ti aspettano
Coperta corta a sinistra: Imbimbo, quali mosse adesso? Le ultime