Le Giovanili

Baby biancoazzurri, terza giornata a due facce: Under 17 sempre più prima. Under 15, un'altra sconfitta

Redazione TuttoMatera.com
24.09.2018 10:40

L'esultanza dei baby biancoazzurri, foto: Fonte Web

Un weekend a due facce per i baby biancoazzurri nella doppia sfida al Catanzaro. Continua a vincere l’Under 17 di Vito Chimenti. È la terza vittoria consecutiva che suggella nel migliore dei modi questo brillantissimo avvio di campionato. Secondo ko consecutivo, invece, per l’Under 15 di Finamore che nonostante la sconfitta continua a lavorare per continuare il proprio percorso di crescita.

Partiamo dalla vittoria dell’undici di mister Chimenti: il successo arriva per 4-3 dopo una grande prova. Al 14′ sblocca la situazione Fulco per i calabresi, che raddoppiano al 21’ con Ferraina direttamente da calcio di punizione. Il Matera reagisce ed al 35’ accorcia da calcio di rigore con Ahmetaj, con il Catanzaro in 10 per l’espulsione di Ferraina per fallo da ultimo uomo. Nuovamente Ahmetaj realizza poi, con una conclusione al volo, il 2-2 su cui si va negli spogliatoi. Nella ripresa, al 52’, è il solito Ahmetaj a portare in vantaggio i suoi. Atleta lucano che si ripete dal dischetto poco dopo e Matera sul 4-2. Il Catanzaro non si arrende, fallisce un calcio di rigore all’80’ con Calabretta, poi in pieno recupero, sempre dagli undici metri, Cristiano firma il 3-4 finale.

Ko, per l’Under 15 di Finamore che resta fermo a tre punti in classifica. Al 9’ ci prova Albano, ma la difesa del Catanzaro salva sulla linea, il Matera attacca ma non riesce a trovare il gol e la prima frazione si chiude con il doppio vantaggio del Catanzaro, in virtù delle reti ravvicinate di Viotti e Tropea. Nella ripresa il Matera prova a rimettersi in carreggiata con Scardigno, che accorcia con un grande calcio di punizione, poi altre occasioni, ma i calabresi riescono ad imporsi. Ancora una buona prestazione per l’Under 15 ma con un risultato negativo.

Commenti

Roma, settimana decisiva per Di Francesco? E intanto spuntano tre possibili nomi
Caso fidejussione: il tempo stringe, il Matera si rivolge alla Figc