Primo Piano

MATERA - Il problema irrisolto dello stadio XXI Settembre: difficile trovare una soluzione?

Roberto Chito
07.12.2019 10:07

Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, FOTO: FONTE WEB

Nonostante il Rende ha deciso di non venire a disputare le restanti partite del suo campionato a Matera, lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno sembra essere ancora disponibile per qualcuno, mentre indisponibile per altri. Andiamo al punto: dopo il rifiuto di giocare nella Città dei Sassi da parte del Rende, avevamo lanciato una proposta importante al Comune di Matera, affinché lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, venisse utilizzato dalle società materane che ne fanno richiesta.

In questo caso, si tratta del Città dei Sassi che già lo utilizza, a cui si aggiungerebbe anche l’Usd Matera che ha paventato diverse volte problemi per quanto riguarda il centro sportivo Gaetano Scirea, soprattutto per un discorso di viabilità, parcheggi e quant’altro. Sotto gli occhi di tutti è chiaro il fatto che oggi, la società più seguita dal popolo materano è l’Usd Matera. Non basta paventarsi come prima società materana, o rappresentante della stessa per poter guadagnare stima e apprezzamento dei tifosi. Ad oggi, il progetto lanciato dalla triade Battilomo-Papangelo-Taccardi sembra essere entrato nel cuore dei tifosi materani, come testimoniano le presenze in casa ed in trasferta. Non basta, dunque, un titolo dato per autocertificazione ingiustificata per prendersi lo scettro di rappresentante calcistica della Città.

E soprattutto, a cosa serve giocare al XXI Settembre-Franco Salerno se gli spettatori arrivano ad un massimo di cinquanta unità? Un vero e proprio colpo al cuore. Però, il Città dei Sassi ha fatto richiesta ad inizio stagione, ed il Comune le ha concesso la disponibilità dello stadio. Oggi, però, c’è anche l’Usd Matera che da fine settembre, data della sua nascita, ha davvero scalato posizioni importanti nel cuore dei tifosi. Un progetto che è subito arrivato, sia in Città che verso i cittadini. Un progetto genuino e risultati che fino a questo momento stanno parlando da soli. I fedelissimi del Bue l’hanno individuata come la società che dà continuità alla fallita Ss Matera Calcio.

Già, i tifosi. Quei tifosi che adesso chiedono all’amministrazione comunale che possa essere trovata una soluzione per poter far giocare entrambe le squadre al XXI Settembre-Franco Salerno. Checchè se ne dica di scuse e altro, se c’è davvero la volontà, una soluzione si trova. Nel bene di tutti. Perché fare i padroni senza un senso, in questo momento serve a poco. L’Usd Matera merita di giocare al XXI Settembre-Franco Salerno, così come lo merita il Città dei Sassi.

A cosa serve innalzare una guerra che non gioverebbe a nessuno? Che intervenga l’amministrazione comunale, e che l’assessore allo sport Giuseppe Tragni trovi una soluzione per accontentare tutti, soprattutto quei cittadini che devono recarsi presso un impianto difficile da raggiungere. Perché se si vuole riavvicinare tutte le generazioni ai colori biancoazzurri, il primo passo deve essere quello di non allontanarli.

USD MATERA - Chisena: "Torniamo con i piedi per terra. Armento? Da rispettare, noi pronti"
ESCLUSIVA - Sassi Matera, che botta: dice addio una pedina importante. I dettagli