Avversario

Fidelis Andria, Papagni: "Ci aspetta un match tosto. Matera? Sul campo è quinto"

Redazione TuttoMatera.com
21.04.2018 22:10

L'allenatore Aldo Papagni, foto: Fonte Web

"Per me il Matera non ha 40 punti, ma ne ha 49 e si trova in zona play off. I nostri avversari, al momento, sarebbero quinti. Questo la dice lunga sulla difficoltà del match che ci aspetta". A parlare è Aldo Papagni, allenatore della Fidelis Andria. Il tecnico pugliese, cerca di mettere subito in guardia i suoi in vista della sfida contro i biancoazzurri di domani sera.

Nella conferenza stampa pre Matera, il tecnico Aldo Papagni ha subito fatto il punto della situazione. Per i suoi, può essere l’ennesima occasione per avvicinare ulteriormente la salvezza, o magari raggiungerla. In poche parole, i pugliesi non hanno intenzione di tenere aperto il discorso ancora a lungo, come spiega lo stesso Papagni "A questa partita, comunque, noi ci arriviamo con uno spirito molto positivo. Servirà l’atteggiamento giusto per affrontare questa partita. Veniamo da sei risultati utili consecutivi e vogliamo assolutamente continuare questa striscia di imbattibilità, soprattutto ora che siamo nella parte conclusiva del torneo. Infatti, dobbiamo cercare di raggiungere il nostro obiettivo della salvezza. Provarci già domani, anche se non sarà una partita semplice. Però, con lo spirito e la grinta vista a Trapani, tutto è possibile".

Perché in fondo Papagni sa bene che la sfida contro il Matera non sarà delle più semplici. Ci sono i biancoazzurri che non possono sbagliare, e su questo, il tecnico della Fidelis Andria mette in guardia i suoi: "Nonostante le difficoltà che hanno attraversato in questa stagione, come ultimo la penalizzazione, è una squadra che sta facendo molto bene. Inoltre, è allenata da un bravissimo tecnico. Per noi non sarà facile, perché di fronte ci troveremo una squadra non facile da affrontare".

Commenti

Probabile formazione - Fidelis Andria, formazione quasi decisa: c'è un solo dubbio
Serie A, gli anticipi: Tonfo clamoroso del Milan. La Roma va, la Fiorentina no