Primo Piano

La rincorsa deve ripartire: Matera, questa volta niente errori

Roberto Chito
09.12.2018 11:15

Una fase di Monopoli-Matera, foto: Gabry Latorre

La classifica è sotto gli occhi di tutti. Anche se in questo momento si preferisce far finta di niente. Il Matera è chiamato ad un imperativo per nulla facile: tornare alla vittoria. Perché da questo momento in poi, non basterebbe più un punto per poter raddrizzare la situazione. Per riagguantare la salvezza, bisogna portare a casa il massimo e cercare di farlo in tutte le partite da disputare.

Come arriva il Matera? In questo periodo, la formazione di Imbimbo ha vissuto un po’ sulle montagne russe. I tre risultati utili consecutivi contro Viterbese, Potenza e Siracusa avevano fatto balzare i biancoazzurri al terzultimo posto. Poi, sono bastate le due sconfitte consecutive contro Catania e Monopoli per far ripiombare il Matera all’ultimo posto. Ieri pomeriggio, Imbimbo è stato chiaro: non sono più ammessi errori. Il Matera è chiamato a portare a casa il massimo da ogni partita e a trovare quelle vittorie che in queste sei partite servono davvero tanto. Perché in attesa di conoscere il numero delle retrocessioni, occorrerà fare il massimo sul campo. A cominciare da oggi.

Come arriva il Rende? Un squadra che finora sembra aver ottenuto più di quanto ha seminato. Quella di Modesta sembrava essere una delle principali candidate alla retrocessione. E invece no. Di partita in partita, i biancorossi hanno saputo ben seminare e ottenuto punti davvero importanti che l’hanno portata al vertice della classifica. L’obiettivo resta la salvezza, anche se in questo momento i play off sembrano essere alla portato. Rende che nonostante il ko contro la Casertana sta attraversando un ottimo momento, a conferma del suo campionato.

Che partita sarà? Quantomeno in casa Matera, il concetto è pressochè chiaro: bisogna fare punti. Quella di questo pomeriggio è una sfida importantissima, e in vista dello scontro diretto contro la Paganese, il Matera non può assolutamente sbagliare. In tre giorni, i biancoazzurri si giocano davvero tanto. Il Rende è una formazione temibile che ha dimostrato di fare grandi cose. Il Matera, però, non può assolutamente commettere più errori.

   

COSÍ IN CAMPO?

Stadio: XXI Settembre-Franco Salerno, ore 16.30

MATERA (4-4-1-1): Farroni, Risaliti, Auriletto, Stendardo, Sepe, Triarico, Corso, Bangu, Genovese, Ricci, Corado. A disposizione: Guarnone, Fortunato, Sgambati, Milizia, Lorefice, Hysaj, Garufi, Grieco, Galdean, Casiello. Allenatore: Imbimbo.

RENDE (3-4-3): Savelloni, Germinio, Sabato, Minelli, Blaze, Franco, Awua, Viteritti, Laaribi, Vivacqua, Rossini. A disposizione: Palermo, Sanzone, Calvanese, Maddaloni, Cipolla, Di Giorno, Crusco, Giannotti, Achik. Allenatore: Modesto.

ARBITRO: Giovanni Ayroldi di Molfetta.

PRIMO ASSISTENTE: Leonardo De Palma di Foggia.

SECONDO ASSISTENTE: Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta.

Girone C, verso la quindicesima giornata - Chi risponde alla Juve Stabia? In tre non possono sbagliare. Corsa play off e salvezza, punti importanti in palio. Il programma
Matera, una o due punte? Rebus sulla trequarti. Rende, idee chiare per Modesto: poche la novità?