Tutto Calcio

CHAMPIONS LEAGUE - Il baby Fati manda l'Inter in Europa League: i neroazzurri sprecano tanto, e il Barcellona non fa regali. La cronaca

Redazione TuttoMatera.com
10.12.2019 23:05

Una fase di Inter-Barcellona, FOTO: UEFA.COM

Probabilmente, gli ottavi di finale l’Inter non gli ha persi questa sera. Anzi, sicuramente. Perché le occasioni sprecate sono state davvero troppe. A cominciare dal pareggio interno contro lo Slavia Praga, fino alle rimonte di Dortmund e Barcellona. L’Inter saluta la Champions League e ricomincierà la sua corsa europea dall’Europa League che non potrà essere un obiettivo di ripiego.

Nella notte di San Siro, le cose per i neroazzurri si mettono subito male. L’Inter crea ma non è cinica e alla prima occasione, il Barcellona colpisce: lo fa al 23’ con Perez. Poco prima dell’intervallo, i neroazzurri tornano a respirare con Lukaku che firma il pareggio. Conte ridisegna i suoi nella ripresa, ma il copione non cambia: l’Inter ha le occasioni per colpire ma non ne approfitta. E quando lo fa, è sempre in fuorigioco: tre le reti annullate che non vengono nemmeno analizzate dal Var. I neroazzurri non colpiscono.

E alla fine, lo fa il Barcellona: ci pensa il baby Fati che pochi minuti dopo il suo ingresso realizza il due a uno, e soprattutto con i suoi diciassette anni diventa il più giovane marcatore nella storia della Champions League. Servivano solamente tre punti all’Inter, anche perché il Borussio Dortmund aveva battuto lo Slavia Praga. Tre punti che non arrivano: la squadra di Conte saluta la Champions League con tanti rimpianti per molte occasioni sprecate nelle sei partite giocate.

CHAMPIONS LEAGUE - Il Napoli non sbaglia: basta un tempo per travolgere il Genk. Ancelotti saluta con la qualificazione agli ottavi? La cronaca
SERIE A - Ufficiale: Napoli, termina l'avventura di Ancelotti. De Laurentiis non torna indietro: in arrivo un ex Milan? La situazione