Primo Piano

RENDE A MATERA - Rende sì, Rende no: un altro stop? Una situazione paradossale davvero adesso

Roberto Chito
19.11.2019 15:55

Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, FOTO: TUTTOMATERA.COM

Alla fine, cosa succederà? Tutto fermo, al momento. E così potrebbe essere ancora. Il Rende non si sa se verrà a giocare le sue partite casalinghe a Matera. Dopo l’accordo trovato il sette novembre tra il Comune e il presidente Fabio Coscarella, al momento la pista sembra essersi un po’ raffreddata. Il motivo? Secondo indiscrezioni raccolte da TuttoMatera.com, sembra che il Rende abbia ancora una volta fatto i conti, capendo che giocare al XXI Settembre-Franco Salerno non possa essere poi così conveniente.

A cominciare dalla logistica. Una trasferta lunghissima, a circa 200 chilometri non agevolerebbe i tifosi biancorossi che già sono pochissimi nella vicina Vibo Valentia, figuriamoci ad una distanza così netta. Fabio Coscarella, dunque, sembra aver ancora una volta frenato. A questo punto, a meno di clamorosi colpi di scena delle prossime ore, sembra che anche il match del 1 dicembre contro il Bari non si giocherà a Matera. Magari, questa poteva essere una grande occasione per fare il tutto esaurito, visto che sarebbero stati in molti a seguire il galletto dal capoluogo pugliesi. E perché no, anche qualche materano, o semplice sportivo delle zone limitrofe poteva farci un pensierino.

XXI Settembre-Franco Salerno che potrebbe riempirsi solamente in queste grandi sfide, non di certo in partite normali. Ad oggi, però, la presenza del Rende a Matera è tutt’altro che scontata. E a questo punto, possiamo parlare di una vera e propria telenovela. Perché da inizio agosto, da quando Coscarella ha fatto la richiesta al Comune di Matera per usufruire del XXI Settembre-Franco Salerno, di tempo ne è passato davvero tanto. Tanti Sali-scendi, fra una conferma e una smentita.

Mentre tutto sembrava fatto, con la data del 7 novembre decisiva per poter avviare la delibera che doveva arrivare settimana scorsa, ecco che arriva un altro stop. Chiarezza, alla situazione potrebbe farla solamente il presidente Fabio Coscarella, chiarendo una volta per tutte se ha davvero intenzione di venire a giocare a Matera l’ultimo scorcio del suo campionato. Chiarezza, che per il rispetto delle società calcistiche materano, seppur di Prima e Seconda Categoria, va fatta.

NAZIONALE - Verso Euro 2020: dal rischio del Girone di ferro alla richiesta di chiudere il campionato in anticipo. La situazione
RENDE A MATERA - Cosa farà adesso il Comune? Ecco la posizione di Palazzo di Città