Primo Piano

I tifosi lanciano un altro messaggio, ora tocca alla società rispondere

Roberto Chito
02.05.2018 20:32

Lo striscione della Gradinata Biancoazzurra, foto: Sandro Veglia

Forse oggi ha più valore. Soprattutto dopo l’ultima pesante penalizzazione, che seppur era nell’aria, fa sempre male vedere finire un campionato con diciannove punti in meno di quelli acquisiti sul campo. In casa Matera, però, è già futuro. Perché non si può più piangere sul latte versato. Né tantomeno, il passato lo si può cambiare. L’unica cosa possibile, è costruire per il futuro. E proprio questo, i tifosi biancoazzurri sperano sia dei migliori.

Anche perché, una stagione così travagliata come quella che finalmente sta per esaurirsi, nessuno verrebbe viverla. Soprattutto i tifosi del Bue: quelli che ci sono sempre stati, in casa e in trasferta, seguendo un sogno. Quale significato si può dare ad un "Chiarezza e serietà per rispetto alla Città"? Ovviamente, basta questo messaggio per capirlo. Più chiara di così, la Gradinata Biancoazzurra non poteva esserlo. Perché da quel di Andria è stata fatta una promessa per quanto riguarda il futuro. E questo futuro, deve essere completamente diverso rispetto a quanto si è visto finora. Magari, con più chiarezza e magari più trasparenza, migliorando il rapporto con Città, stampa e tifosi, si può costruire qualcosa di positivo. Chiudendosi a ricco, invece, si può far bene poco. Insomma, i tifosi biancoazzurri, sperano che questa volta, la musica possa cambiare.

Ma il Matera si possa strutturare e possa programmare con tranquillità il futuro. Magari facendo prima un po’ di chiarezza, mettendoci una linea e ricominciando da zero. All’ultima partita casalinga, Saverio Columella, come ha deciso di fare da metà febbraio, non era presente. Magari dopo il chiarimento di Andria, qualcuno poteva immaginare un suo ritorno. Invece no. L’unica speranza è che il patron dei biancoazzurri possa risolvere i problemi societari del Matera e lanciare messaggi di un futuro diverso rispetto al passato recente. Un po’ di chiarezza e soprattutto rispetto sarebbero le basi migliori per una nuova ripartenza.

Commenti

Matera, la ripresa - Testa alla Casertana per l'ultimo atto. La situazione
Champions League, Roma ad un passo dal sogno: giallorossi a testa altissima