Sala Stampa

Ripoli: "Abbiamo salvato il club, ora però aspettiamo delle risposte"

Roberto Chito
09.08.2018 20:55

L'avvocato Vitantonio Ripoli, foto: Emanuele Taccardi

"Non potevamo permettere che il club fosse acquistato da gente che avrebbe fatto un anno a Matera e poi spostato il titolo sportivo altrove. Era una cosa che non potevamo accettare. Per questo, io e Andrisani abbiamo fatto un’operazione incredibile, due pazzi che hanno deciso di riacquistare la squadra della Città". Sono le parole di Vitantonio Ripoli, co-proprietario del Matera.

L’avvocato, nella conferenza stampa di questa mattina ha fatto il punto della situazione in merito alla trattativa dell’acquisto del club da Saverio Columella: "Ovviamente non possiamo andare avanti io e Andrisani a lungo. Sarebbe da folli e non è nemmeno nelle nostre intenzioni. Per questo, gli imprenditori locali adesso non hanno scuse. Quando abbiamo acquisito il club abbiamo visto le carte e debiti e crediti vanno di pari passo. Per questo, voglio rispondere a chi dice che non è interessato al calcio o che sostiene che il club ha troppi debiti. Vi assicuro che non è così. Oggi, ci sono troppe scuse sul banco ed è arrivato il momento di dare delle risposte concrete. Proprio per questo, abbiamo chiesto all’amministrazione locale un incontro con la classe imprenditoriale. Se non avremo risposte agiremo di conseguenza, avendo già diversi piani in ballo".

Un concetto che l’avvocato Ripoli ribadisce per poter dare un segnale alla Città e soprattutto alla classe imprenditoriale: "Se la Città pensa che la croce ce la siamo presa io e Andrisani non ha capito nulla. Questo è il momento di fare una società forte e cercare di coinvolgere tutte le persone. Noi ci siamo trovati in una determinata situazione e abbiamo dovuto passare ai fatti senza avere tempo per poter coinvolgere altra gente. Ora, invece, è arrivato il momento di interloquire ed interagire con tutte quelle persone che vogliono condividere questo nostro progetto. Vogliamo portare avanti un determinato stile per Matera, soprattutto in vista dell’evento di Capitale Europea della Cultura che si avvicina sempre di più".

Ripoli, poi ha anche parlato delle questioni tecniche: "In questa settimana siamo riusciti a fare un piccolo miracolo sportivo. Il ds Volume si è mosso secondo le direttive del club e ha messo in piedi una buona squadra che contro il Potenza abbiamo ben apprezzato. Abbiamo visto che la squadra non è solamente cuore e grinta ma ha anche una cifra tecnica importante. Infatti sono venuti fuori giocatori importanti che sinceramente non conoscevamo. Ovviamente, mancano ancora alcuni tasselli per essere al completo".

Fondamentale anche la nascita del nuovo settore giovanile, sul quale l’avvocato Ripoli, precisa: "Prima di chiudere con la Matera Sport Academy avevo ricevuto un’offerta da gente della Puglia. Il mio obiettivo, però, era andare avanti con un discorso incentrato sulla materanità. Sarà un’esperienza importante per far crescere i nostri giovani soprattutto per la serietà delle persone che ci siamo trovati di fronte".

Commenti

Andrisani: "Mi assumo le colpe, errore nostro. Derby? Tante emozioni"
Buongiorno Mercato - Il valzer delle punte: in due su Sforzini. Leonzio, si prova il doppio colpo? Casertana scatenata: molti colpi in canna. Monopoli, spesa da Bisceglie?