Primo Piano

A caccia della ricetta giusta: Auteri pensa al Trapani con la rosa all'osso

Roberto Chito
27.03.2018 20:35

L'undici dei biancoazzurri, foto: Emanuele Taccardi

Non possiamo far altro che fare affidamento a lui. Ha più volte dimostrato di saper fare il massimo con il materiale a disposizione. Nonostante le avversità di ogni tipo, Gaetano Auteri ha sempre saputo tirare fuori il meglio dal suo Matera. Lo abbiamo visto più volte nell’arco di questa stagione, dove interpreti e moduli si sono più volte alternati nell’arco della stagione. E sarà così anche nell’immediato. In vista della sfida di Trapani, in casa biancoazzurra la coperta è ancora più corta. Fra infortunati, squalifiche ed epurati, il numero di giocatori disponibili è quattordici. Questo se escludiamo il terzo portiere Mittica, e il centrocampista Taccogna aggregato in prima squadra solo per far numero. Saranno ben otto le assenze, a cui Gaetano Auteri dovrà far fronte. Da capire se anche al Provinciale Stendardo, comunque fuori causa per infortunio, Angelo, Giovinco e Strambelli ci saranno oppure bisognerà fare a meno di loro. A questi poi, bisogna aggiungere la squalifica di Sernicola che crea qualche problema in più. Infatti, come si schiereranno i biancoazzurri in Sicilia? Senza il baby della Ternana, la conferma del 4-3-3 sembra molto difficile, visto che non ci sono soluzioni sulle corsie esterne. Se da una parte possiamo trovare Salandria, dall’altra con Maciucca che ha finito la sua stagione e Angelo che appartiene alla lista degli epurati, la situazione non è delle migliori. Magari, Auteri potrebbe tornare alla difesa a tre, che in questo momento rappresenta la soluzione migliore. Il trainer siciliani ha affermato che Mattera e Scognamillo hanno bisogno di una quindicina di giorni prima di essere a disposizione. In questo modo, il passaggio al 3-4-3 o 3-5-2 potrebbe essere l’unica soluzione possibile. Buschiazzo, De Franco e Di Sabatino o Gigli in difesa, con Maimone e Urso in mezzo al campo, difficile che si rischi de Falco, visto che è tornato per pochi minuti in campo contro il Bisceglie e il suo inserimento sarà fatto in maniera graduale. Poi, sulle corsie esterne, a destra Salandria e a sinistra Casoli. I due, hanno ricoperto queste posizioni più volte, soprattutto nella passata stagione. In attacco, peserà soprattutto l’assenza di Dugandzic, che a prescindere da come andrà la risonanza magnetica contro il Trapani sarà out. Il tridente, potrebbe essere formato sicuramente da Tiscione e Di Livio, con Sartore e Battista pronti a contendersi una maglia. E in caso di 3-5-2? Di Livio potrebbe arretrare sulla corsia di centrocampo, con Casoli pronto a fare il terzo di centrocampo. Ovviamente, sono ipotesi. La formazione anti Trapani dovrà essere fatta con gli uomini contati e le scelte sono pressochè ridotte. Auteri, però, qualcosa la starà studiando per cercare di ripetere le imprese di Lecce e Catania, quando i biancoazzurri sono tornati a casa con un buon punto, ma per larghi tratti del match hanno assaporato anche il profumo della vittoria. Non bisogna nascondere che il team allenato da Calori sta attraversando un buonissimo momento. Anche il Matera, però, non è da meno. Nonostante squalifiche, infortunati ed epurati, Auteri starà cercando la ricetta giusta per tornare dal Provinciale con un risultato positivo e regalare ai tifosi biancoazzurri un ottimo regalo di Pasqua.

Commenti

Ragno: "Al possibile derby non penso. Auteri? Meritava di più"
Inghilterra-Italia 1-1: Insigne riacciuffa il pari. A testa alta a Wembley