Primo Piano

MATERA - Verso la svolta decisiva? Benedetto: "Vediamo cosa succederà la prossima settimana"

Roberto Chito
15.06.2019 17:25

Nicola Benedetto, FOTO: FONTE WEB

"Oggi sono a Roma per un convegno di lavoro. Però, in settimana andrò in Comune ad incontrare De Ruggieri e Tragni. In quell’occasione vedremo cosa succederà". Sono le parole di Nicola Benedetto, intercettato pochi minuti fa al telefono da TuttoMatera.com. Parole che fanno sicuramente premettere a qualcosa di buono.

Infatti, all’indomani della chiusura del bando per la manifestazione d’interesse riguardante la ripartenza del calcio a Matera, e successiva alla conferenza stampa di quest’oggi, ci sono ancora speranze per poter rivedere il calcio nella Città dei Sassi. E questa unica possibilità, è legata al nome di Nicola Benedetto che non si è mai tirato indietro. Infatti, subito l’esclusione del Matera dalla Serie C, l’imprenditore del metapontino si è subito detto disponibile a riavviare il calcio in Città. Era pronto a scendere in campo da solo, poi, è stato coinvolto nella cordata Matera 1933 di Giuseppe Fragasso, prima che il bando sia andato deserto.

Con l’appello lanciato dall’amministrazione comunale questa mattina, sembrano esserci aperti nuovi scenari. E così, le parole di Nicola Benedetto non possono che essere linfa vitale per le orecchie dei tifosi materani. Ovviamente, il tutto passerà attraverso l’incontro che ci sarà in Comune la prossima settimana. Però, le sensazioni sembrano essere di quelle positive. Adesso, bisognerà passare ai fatti e tutti i pezzi dovranno comporre il puzzle della ripartenza del calcio materano.

La settimana si chiude con un nulla di fatto ma quella che si aprirà potrebbe essere decisiva per dare alla Città dei Sassi una nuova squadra di calcio. Tant’è che le potenzialità economiche dell’imprenditore lucano sono note a tutti. Non resta che aspettare la data di questo incontrato. Nicola Benedetto, però, a TuttoMatera.com ha assicurato che andrà in Comune a parlare con l’amministrazione. Chissà che non sia la fumata bianca. O meglio, la fumata biancoazzurra.

MATERA - Tragni sullo stadio: "Ecco cosa succederà senza calcio. Questa una occasione"
ITALIA - Under 21, parla Di Biagio: "Sappiamo di essere una delle big, ci proveremo". E Barella: "Ora dobbiamo vincere"