L'Intervista

Ripoli: "Matera, ecco che ruolo puoi recitare. Mercato? Un miracolo"

Roberto Chito
01.09.2018 17:20

Il co-proprietario Vitantonio Ripoli, foto: Emanuele Taccardi

"Credo che il Matera sarà la sorpresa del prossimo campionato. Lo dico da tifo quale sono e quale sempre sarò, e non da socio, a prescindere dalla mia permanenza in società per motivi personali e familiari". È il commento del co-proprietario Vitantonio Ripoli che su Facebook, ha diffuso un messaggio per commentare il mercato fatto dal club biancoazzurro e delle possibili potenzialità della rosa appena allestita dalla società.

Ripoli, poi, continua: "Il ds Volume, grazie ai suoi sacrifici personali, del presidente Andrisani e dello staff tutto, con le varie cariche che solamente il presidente potrà attribuire, ha allestito una squadra estremamente competitiva, composta da un giusto mix di giovani ed promettenti giocatori. Composta da over di esperienza che sono alla ricerca del riscatto e della definitiva consacrazione. Nel leggere le operazioni di mercato compiute dalle altre società del Girone C, non ho potuto fare a meno di constatare il valzer dei soliti nomi. Solo il Matera ha seguito una strada nuova che, a mio modestissimo parere è quella giusta, puntando non sui nomi ma sulle motivazioni. Ovvero su fame, dedizione e spirito di sacrificio. Il risultato lo si è visto in occasione del match di Coppa Italia contro il Potenza. Rispetto ad allora, il Matera si è indubbiamente rinforzato ed ha, oggi, una condizione atletica che l’otto agosto non poteva avere, con soli quattro giorni di allenamenti sulle gambe".

Operazioni importanti che il co-patron Ripoli ci tiene a sottolineare: "Annoverare tra le proprie file il portiere titolare della Primavera del Milan e il suo capitano, non è cosa da poco conto. Si tratta del club più titolato al mondo che ha deciso di dare fiducia al Matera, sia per il valore intrinseco dei giocatori. E non sono da meno tutti gli altri giovani che abbiamo in rosa. Da Bangu, Farroni, Lorefice, Genovese e tutti gli altri, che sono davvero molto validi, per finire con Dellino e Dammacco che sta trovando la posizione ideale in campo, grazie anche al lavoro del tecnico Imbimbo. Il nostro allenatore sta svolgendo un ottimo lavoro. In pochissimo tempo ha dato una fisionomia ben precisa alla squadra".

Ripoli, poi, parla anche degli over. Questi infatti, dovranno essere la chioccia per i più giovani: "Loro danno grande affidamento perché oltre che sulla loro notoria cifra tecnica si può contare, ripeto, sulla indubbia voglia di riscatto o sulla volontà di consacrarsi definitivamente. E non è mancata nemmeno la ciliegina sulla torta con l’arrivo di Barbaro che fino alla passata stagione ha militato, sempre, in categorie nettamente superiori. Il tutto è stato fatto con un costo reale e trasparente".

Un gran mercato, come afferma in conclusione Ripoli: "Trattasi, credo, di un piccolo miracolo realizzato dal presidente Andrisani, dal ds Volume e dalla società tutta. Ora, per essere completato, necessita di un maggior numero di abbonamenti, di una sostanziosa raccolta pubblicitaria e, soprattutto, del potenziamento della società".

Commenti

Matera, per un grande vivaio si parte dai dirigenti: dopo Sapio, c'è un altro arrivo
Matera, ecco il rompete le righe: altra settimana di lavoro terminata