Mondo Calcio

Serie A, arrivederci campionato: trentotto giornate di emozioni, come non mai

Redazione TuttoMatera.com
21.05.2018 09:35

La Juventus festeggia il settimo scudetto consecutivo, foto: Fonte Web

È stato un campionato intensissimo. Probabilmente uno dei più belli degli ultimi anni. La corsa scudetto, la corsa Champions League e quella salvezza hanno regalato emozioni sino alla fine, o quasi. Ancora una volta, lo scudetto se l’è portato a casa la Juventus che per la settima volta consecutiva arriva davanti a tutti.

La squadra di Allegri, nell’anno più difficile, ancora una volta ha dimostrato superiorità. Ma onore al Napoli per aver tenuto in bilico lo scudetto fino a 90 minuti dalla conclusione del campionato. Onore alla squadra di Sarri che ha regalato un bellissimo calcio ma che ancora deve trovare quella maturità per non fallire i grandi appuntamenti. Voto altissimo al campionato della Roma e all’esordio di Di Francesco sulla panchina di una big. I giallorossi, arrivano in semifinale di Champions League, arrivano dietro le due battistrada. Intensa, la corsa per il quarto posto: alla fine, la volata Lazio-Inter ha premiato i neroazzurri che proprio nello scontro diretto ritornano nella massima competizione europea dopo sei anni di assenza.

Qualche rimpianto in casa Milan per un campionato che doveva essere ma che non è stato. Si ritorna in Europa League, questa volta dalla fase ai gironi. Preliminari, invece, per l’Atalanta. Riconfermarsi non era facile, ma la squadra di Gasperini ci è riuscita dopo un grandissimo torneo. Come quello della Spal, l’unica neopromossa ad essere rimasta in massima serie. Retrocedono Benevento, Hellas Verona e Crotone che dopo il miracolo della passata stagione non è riuscito a riconfermarsi.

   

I VERDETTI

CAMPIONE D’ITALIA: Juventus.

IN CHAMPIONS LEAGUE: Juventus, Napoli, Roma e Inter.

IN EUROPA LEAGUE: Lazio e Milano.

AI PRELIMINARI DI EUROPA LEAGUE: Atalanta.

RETROCESSE IN SERIE B: Benevento, Hellas Verona e Crotone.

Commenti

Play off, l'andata del terzo turno: Tante sorprese. Colpaccio Cosenza, flop Pisa. I risultati
Napoli, botta e risposta De Laurentiis-Sarri: futuro incerto. E spuntano le soluzioni