Tutto Calcio

NAZIONALE - Prima la paura, poi il tris: l'Italia vede sempre più Euro 2020, battuta anche l'Armenia. La cronaca

Redazione TuttoMatera.com
05.09.2019 20:15

L'esultanza degli azzurri, FOTO: FIGC.IT

E sono cinque. Le vittorie che spalancano sempre di più le porte ad Euro 2020 agli azzurri. Un doppio Belotti e la rete di Pellegrini, rimontano il vantaggio di Karapetyan che ha illuso l’Armenia. Termina tre a uno per gli azzurri, che non senza fatiche ha la meglio degli armeni. La vittoria, però, è la quinta consecutiva e permette agli azzurri di guardare sempre più da vicino l’obiettivo. Non partono bene gli azzurri che all’inizio subiscono il forcing dell’Armenia che si fa vedere con Karapetyan e Barseghyan. È solamente il preludio al vantaggio dei padroni di casa che arriva al 10’ con Karapetyan. Nell’occasione, clamorosa ingenuità di Barella che si fa soffiare il pallone da Barseghyan che serve facilmente il suo compagno di squadra. Subito il colpo, gli azzurri provano a farsi vedere. La prima vera chance arriva al 22’ con Bernardeschi che servito da Chiesa, in area si gira e ci prova: palla n corner. Al secondo tentativo, arriva il pareggio. Ci pensa Belotti a sfruttare una grandissima intuizione di Emerson, scappa alla difesa avversaria e stampa in rete. sessanta secondi dopo l’uno a uno, Bernardeschi va vicino al vantaggio: palla che scheggia la traversa. Nel finale di tempo è Belotti a sfiorare il vantaggio. Prima con un pallone che termina di poco a lato. Poi, ciccando clamorosamente la sfera, avendo la porta spalancata. In mezzo però, il rosso al Karapetyan che sembra mettere ancora più in discesa le cose per gli azzurri. E invece, non sarà così. Perché nella ripresa, l’Italia ritorna a soffrire con l’Armenia che semina il panico con Mkhitaryan che viene fermato all’ultimo. Gli azzurri, però, nel finale di tempo trovano i guizzi decisivi per trovare la vittoria. Il vantaggio arriva al 76’ con Bonucci che mette in area un ottimo pallone: ci pensa il neo-entrato Pellegrini a saltare più in alto di tutti e ad incornare quel tanto che basta il pallone in rete. Tre minuti dopo, invece, arriva il vantaggio. Ci pensa Sensi a servire Belotti che si gira e scarica in porta: il palo e il tocco con la schiena di Hayrapetyan servono il tris. Nel finale, potrebbe arrivare anche il poker: Pellegrini si divora la rete, mentre una viene annullata a Belotti.

      

IL TABELLINO

ARMENIA-ITALIA 1-3

RETI: al 10’ Karapetyan (A), al 27’ Belotti (I), al 76’ Pellegrini (I), al 79’ Belotti (I).

ARMENIA (4-2-3-1): Hayrapetyan, Hovhannisyan, Calisir, Ishkhanyan, Hambardzumyan, Grigoryan (dal 57’ Hovsepyan), Mkrchyan, Ghazaryan (dal 82’ Badayan), Mkhitaryan, Barseghyan (dal 57’ Adamyan), Karapetyan. A disposizione: Beglaryan, Aivazov, Voskanyan, Avetisyan, Verdanyan, Hovhannisyan, Ishkhanyan, Edigaryan, Miranyan. Allenatore: Gyulbudaghyants.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, Florenzi, Bonucci, Romagnoli, Emerson, Verratti, Jorginho, Barella (dal 69’ Sensi), Chiesa (dal 60’ Lo. Pellegrini), Belotti, Bernardeschi (dal 82’ Lasagna). A disposizione: Sirigu, Gollini, Tonali, Acerbi, Izzo, Lu. Pellegrini, Immobile, El Shaarawy, Mancini. Allenatore: Mancini.

ARBITRO: Siebert (Germania).

NOTE: Espulso: al 46’ Karapetyan (A) per doppia amminizione. Ammoniti: Barseghyan, Karapetyan (A) e Verratti, Barella (I). Angoli: 10-2 per l’Italia. Recupero: 3’ primo tempo e 4’ secondo tempo. Spettatori: 14.000 circa con una cinquantina dei quali provenienti dall’Italia.

NAZIONALE - Le formazioni ufficiali di Armenia-Italia: per Mancini tutto confermato. Due cambi negli avversari
NAZIONALE - Mancini dopo l'Armenia: "Bene solo dopo lo svantaggio. Noi presuntuosi? No, avevo elencato tutte le difficoltà"