Calcio Mercato

Tempo di saluti anche per lui? Matera, si cerca la soluzione giusta

Roberto Chito
10.07.2018 11:00

Il difensore Mariano Stendardo, foto: Emanuele Taccardi

Dopo essere finito fuori rosa dopo una stagione completa da infortunato, le strade fra il Matera e Mariano Stendardo sembrano essere arrivate alla separazione. Fra i biancoazzurri e il difensore napoletano, infatti, nelle prossime ore dovrebbe esserci la rescissione consensuale. Una notizia che non sorprende, visto il rapporto che si era ormai logorato dopo la passata stagione.

L’indiscrezione arriva da TuttoMercatoWeb.com, che riferisce che ormai le strade fra Stendardo e il Matera sono prossime alla separazione. Il club biancoazzurro, infatti, per questa nuova stagione che si appresta a cominciare sembra essere intenzionato a puntare sulla linea verde, costruendo una squadra giovane rispetto alle ultime stagioni. Purtroppo, le strategie del club non sono state ancora svelate, visto che i vertici societari sono ormai in silenzio da diversi mesi, e al 10 luglio continua a non trapelare nulla.

Le indiscrezioni però, si susseguono. Stendardo, la scorsa stagione, con la maglia del Matera è sceso in campo solamente sei volte. L’ultima partita giocata risale al 16 settembre a Reggio Calabria. Di lì a poco, il difensore ha cominciato ad accusare problemi fisici e una serie di infortuni interminabili. Era stato convocato per tre partite, senza mai scendere in campo. In poche parole, fino al termine della stagione non si è più visto in campo.

Poi, a metà marzo, alla vigilia della sfida contro il Bisceglie, Stendardo, insieme ad altri giocatori viene messo fuori rosa dalla proprietà per una serie di comunicati diramati insieme all’Aic. Un rapporto logorato ormai che potrebbe risolversi nelle prossime ore. Come? La rescissione consensuale sembra essere la strada migliore. In ogni caso, la situazione deve risolversi prima dell’inizio di questa stagione, alla quale manca ancora una data.

Commenti

Buongiorno Mercato - Catania, fatta per un difensore con altri due vicini: pressing per una punta. Catanzaro, due riconferme e rebus in attacco. Reggina e Vibonese, tanti movimenti. Potenza, arriva la punta: ora due difensori
Fidelis Andria, si prova l'ultimo disperato tentativo per salvare il club? La situazione