Sala Stampa

Imbimbo: "Ora un passo avanti. Gli infortuni? Questa la situazione"

Roberto Chito
08.12.2018 17:15

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: TuttoMatera.com

"La squadra sa che per noi si tratta di una partita da dentro o fuori. Ho fatto capire loro che bisogna cominciare nuovo percorso e che errori come quelli di Monopoli non possono più essere concessi. Perché dobbiamo fare tanti punti per raggiungere i nostri obiettivi". Sono le parole del tecnico Eduardo Imbimbo alla vigilia di Matera-Rende, match che i biancoazzurri giocheranno domani pomeriggio.

Martedì avevamo visto un Eduardo Imbimbo molto arrabbiato per il ko di Monopoli. Oggi, invece, dopo una settimana lo ritroviamo più tranquillo: "Mi aspetto una risposta importante da parte della squadra che spero abbia finalmente capito il mio modo di fare calcio. Se queste cose non vengono recepite, alla fine ci possono essere dei problemi. Ho detto alla squadra che quella di Monopoli deve essere l’ultima partita in cui sono stati commessi certi errori. Bisogna essere squadra e farlo in tutti i momenti della partita. Proprio per questo, mi aspetto un passo avanti da parte di tutti. Domani c’è il Rende e per noi è il momento più importante del nostro campionato. Dobbiamo cominciare un certo tipo di percorso che ci dovrà portare fino a fine stagione".

Focus poi sul Rende. Un avversario insidioso per i biancoazzurri: "Loro arrivano a questa sfida con la giusta spensieratezza. Hanno davvero fatto bene fino a questo momento e possono ritrovarsi tranquillamente nelle prime quattro. È una squadra che attacca e ha delle buone velocità. Quella di Modesto è una squadra che ha la propria identità oltre che una buona organizzazione. Come contrastarli? Non preparo mai la partita in base all’avversario. Ci possono essere degli accorgimenti, questo sì. La preparo sempre concentrandomi sulla mia squadra che deve intraprendere un certo tipo di cammino. Non abbiamo caratteristiche per difenderci per tutta la partita. Il loro 3-4-3 è atipico".

In che maniera può condizionare il 4-1 del Rieti contro la Paganese sul cammino del Matera? Questo il pensiero di Imbimbo: "Il nostro monito è quello di non guardare a casa degli altri. Sappiamo che abbiamo una classifica difficile, ne siamo consapevoli. Credo che fra dieci partite, il quadro sarà un po’ più delineato I risultati delle altre contato davvero pochissimo, soprattutto se tu non porti punti a casa. Testa al nostro cammino".

La buona notizia, arriva finalmente dall’infermeria: "Abbiamo recuperato tutti. Anche Orlando, Plasmati e Bangu, domani saranno con noi. Ho diverse scelte a disposizione. Per questo, vedrò quale sarà la formazione migliore da mandare in campo. Allenamenti al XXI Settembre? È un vantaggio perché il nostro terreno di gioco è duro e difficile, pertanto ci fa adattare meglio. Uno svantaggio perché ci crea problemi di gioco".

Commenti

Girone C, i due anticipi - Colpaccio Juve Stabia: rimonta sul Trapani e primi fuga lanciata. Salvezza, il Rieti distrugge la Paganese. I risultati
Due ritornano, altri due restano ancora ai box. Ecco i convocati