Serie C News

Gravina: "Fatte due richieste alla Figc. Campionati? Una decisione obbligata"

Redazione TuttoMatera.com
22.08.2018 19:31

Il presidente Gabriele Gravina, foto: Fonte Web

"Alla Figc ho avanzato una richiesta, che da un certo punto di vista è una vera e propria provocazione: portare a sette le promozioni nella prossima Serie B in casa di mancati ripescaggi. Sono però sicuro che la mia richiesta cadrà nel vuoto perché il Collegio di Garanzia del Coni riporterà il torneo cadetto a 22 squadre". Comincia così la conferenza stampa di Gabriele Gravina, subito dopo la riunione di quest’oggi.

Il presidente della Lega Pro, dopo una giornata convulsa di riunioni e decisioni varie, alla fine, ha fatto il punto della situazione: "Come avevo già preannunciato in questi giorni nelle varie interviste, la Lega Pro ha deciso, all’unanimità nell’assemblea tenutasi oggi si posticipare l’inizio del campionato. E dunque, di rimandare all’8 settembre la pubblicazione di calendari e Gironi. Credo che quando si analizzano le cose, serva soprattutto lucidità. La Lega Pro non è mai stata contraria alla riforma dei campionati tanto che siamo l’unica Lega che ha dimezzato le proprie società negli ultimi anni, passando da 118 a 60 club. Siamo consapevoli che si debba fare qualcosa, come per tutte le categorie".

Gabriele Gravina, poi, tocca altri punti importanti: "Oggi sarebbe dovuto essere un giorno di festa. Ed invece no, non possiamo far partire il campionato. Non mi piace vedere i presidenti con la testa bassa. In Italia c’è il problema di come si utilizzano le risorse. Per questo, una società deve sapere bene quante ne ha a disposizione e gestirle bene per non arrivare al fallimento. Mercato? Ho chiesto alla Figc di prorogarlo fino al 31 agosto".

Commenti

UFFICIALE - Serie C, il campionato slitta: decisa la data della nuova partenza
ESCLUSIVA - Gaudiano: "Campionato, il perchè del rinvio. Ottimo approccio in Lega"