L'Intervista

Pezone: "Ricorso contro il Matera: queste le nostre motivazioni"

Redazione TuttoMatera.com
23.07.2018 20:15

Il presidente Antonio Pezone dell'Aprilia, foto: Fonte Web

"Il play out contro la Paganese non l’avrei dovuto proprio giocare. C’erano irregolarità che avrebbero dovuto portare alla retrocessione del Matera. E invece, in Serie D siamo finiti noi". È davvero un fiume in piena Antonio Pezone, neo presidente dell’Aprila che in estate ha fatto la fusione con il Racing Fondi, solamente dopo un anno di vita.

Il presidente dei laziali, intervistato da TuttoC.com, punta il dito contro i biancoazzurri: "Il Matera non ha pagato i calciatori e altre somme dovute a diversi tesserati. E non sono io a dirlo ma le carte: quest’oggi l’Assocalciatori ha fatto un comunicato in merito. Insomma, ci sono pochi dubbi sulla vicenda. E per questo ci siamo mossi in queste settimane. Siamo stati in silenzio a lungo per presentare il ricorso, adesso possiamo parlarne. A rappresentarci in tribunale ci sarà l’avvocato Cesare Di Cintio, una garanzia per noi. Nel recente passato ci ha regalato diverse soddisfazioni e sono convintissimo che raggiungerà il risultato sperato anche questa volta".

L’obiettivo dell’Aprila è quello di prendere il posto del Matera in Serie C: "Prima di tutto vogliamo chiarezza. Io da retrocesso ho pagato stipendi e contributi fino a giugno. Poi, ti ritrovi gente che non paga da ottobre ed è ancora qui. Gravina? L’ho sentito questo pomeriggio. Siamo in ottimi rapporti, gli ho spiegato che non ce l’ho affatto con il sistema ma con lui. Mi ha garantito che mi appoggerà in quanto dalla parte dei club trasparenti e leali. Quindi non c’è che da sperare in bene".

Commenti

Matera nel mirino di tutti. L'Aprilia: "Questa la nostra richiesta"
Il Matera non ci sta e attacca. La nota: "La nostra posizione sulle accuse"