Il Tema

La svolta di Imbimbo: il Matera è ripartito con due semplici mosse

Roberto Chito
25.11.2018 18:05

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: Sandro Veglia

È stata soprattutto la sua vittoria. Ancora una volta, Eduardo Imbimbo ha dimostrato di essere sul pezzo. Dopo aver incassato la fiducia dalla società, il tecnico irpino ha risposto conquistano sette punti. E soprattutto, presentando un Mater diverso da quello che si era visto fino a quel momento. Un cambio di passo necessario per poter dare la svolta ad un campionato che non aveva preso la piega migliore.

Il Matera, ha cominciato ad essere un po’ più brutto, più cinico e soprattutto determinato. Fondamentale anche il cambio di modulo: dal 3-5-2 al 4-4-2. Una mossa importante che ha dato equilibrio a tutta la squadra. Imbimbo, ha subito capito che serviva un cambio di passo anche dal punto di vista tattico. I giocatori a disposizione sono sempre gli stessi, e per farli rendere al meglio, bisogna metterli in campo nella maniera nella quale possano esprimersi nel migliore dei modi. Il tecnico irpino, in tre partite è riuscito a sovvertire tutto. La svolta, è stata la partita contro la Viterbese. Un match che è valso più di tre punti. Il Matera ha voltato pagina, ha acquisito la giusta consapevolezza e cominciato ad essere squadra.

Unita nelle difficoltà e pronta ad affrontare tutto. Dove le qualità si fermano, c’è voglia, volontà e abnegazione. Imbimbo sembra aver dato fiducia ai propri giocatori, proprio nel momento più complicato della stagione. Sette punti non si fanno così. Il Matera, anche dal punto del gioco ha fatto buoni progressi. Non è una squadra spettacolare e probabilmente non lo sarà mai. Ma la salvezza la si costruisce così. Ed Eduardo Imbimbo sta dando il proprio contributo. Dopo aver incassato la fiducia dal presidente Lamberti il quale ne ha sempre parlato bene, ha dato le giuste risposte sul campo.

Commenti

Vittoria e bella prova, il Matera fa il tris di risultati puntando la salvezza: e ora il test col Catania
Matera, gli uomini decisivi: fra assist e gol, ci pensano sempre loro