Primo Piano

Calcagno: "Matera, tutto è cambiato. Soluzioni? C'è una proposta"

Redazione TuttoMatera.com
20.04.2018 00:35

Umberto Calcagno dell'Aic, foto: Fonte Web

"Quest’anno abbiamo avuto l’innovazione di poter penalizzare anche per il bimestre gennaio-febbraio entro il termine della stagione, frutto di un cammino condiviso con la Lega Pro. A fine campionato, pertanto ci saranno più penalizzazioni". Sembra un annuncio quello di Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Aic che ha fatto il punto della situazione.

Dunque, entro il 4 maggio, il Matera aspetta una nuova penalizzazione. E nel corso di una lunghissima intervista a TuttoC.com, Calcagno, analizzando la situazione dei biancoazzurri, ha detto: "Abbiamo dei calciatori che non hanno potuto svolgere la loro professione nel migliore dei modi. Sul campo hanno meritato di lottare per un certo tipo di obbiettivo e non potranno farlo a causa dei problemi societari. Per quanto riguarda il caso Matera, possiamo tranquillamente dire che la proiezione di inizio stagione da parte dei calciatori era totalmente diversa. Negli anni poi, il club biancoazzurro non aveva dato grossi problemi dal punto di vista finanziario. Anzi, era fra quelle società che investiva maggiormente nel sistema".

Mai come in questa stagione, le penalizzazioni che hanno colpito i club hanno modificato le classifiche. E Calcagno, spiega il perché: "Abbiamo inasprito le pene in modo che ne traessero vantaggio le società virtuose. Poi c’è sempre il rovescio della medaglia, come quella società che tira la carretta da tanto tempo e vede i propri sforzi vanificarsi sul campo. Per il bene comune, però, è ovvio avere penalizzazioni più pesanti che hanno permesso di valorizzare meglio le società con i conti in regola anche se poi è chiaro che ci si trova di fronte a questi salti di classifica".

Per porre fine a questa situazione di maxi penalizzazioni e di deferimenti continui, Calcagno ha pronta la soluzione: "L’Aic ha proposto una novità. Se un club salta il pagamento di due bimestri e non riesce a sanarli in seguito, chiediamo che quella squadra venga retrocessa all’ultimo posto in classifica. Ovviamente, una tale norma non potrà essere attuata nel campionato in corso. Però, noi contiamo di attuarla prima dell’inizio dei prossimi tornei, quando ci sarà la possibilità di modificare le Noif".

Commenti

Matera, è un momento nero: cosa pensano i tifosi? Scrivilo a TuttoMatera.com: ecco come
Reggina, si guarda al futuro del club: ieri un primo incontro esplorativo