Le Altre

Rieti, il nuovo anno porterà diverse novità: in attesa del closing per il passaggio della società, impazza il toto-allenatore. La situazione

Redazione TuttoMatera.com
02.01.2019 15:33

L'esultanza del Rieti, Foto: Gianluca Vannicelli)

Prima il passaggio di consegne con il ritorno di Curci al timone del Rieti, poi il nuovo allenatore. Le dimissioni di Ricardo Cheu hanno ormai di fatto ufficializzato il cambio al vertice del club. Quello che doveva essere un brindisi di Capodanno con il 4-0 al Matera, è diventato un vero e proprio evento spiacevole. In ogni caso, in casa Rieti si comincia ad andare avanti.

Come riferisce l’edizione locale del quotidiano Il Messaggero, in queste ore si aspetta prima il cambio a livello societario, dopodichè si penserà al nuovo tecnico. Difficile che venga richiamato Cheu, il quale ha affermato che si sente troppo legato a Manthos Poulinakis. A rischio anche la posizione del direttore sportivo Malù Mpasinkatu che potrebbe essere rimpiazzato da Andrea Gianni, pronto a ricoprire l’incarico di direttore generale. Per la panchina, per il post Cheu le idee sono diverse. In queste ore si parla di Francesco Moriero che dovrebbe essere il favorito, Mark Iuliano e Gianluca Atzori.

Ci potrebbe essere, però, anche un pista interna. Si tratta di Raffaele Battisti, vice allenatore di Carmine Parlato che potrebbe traghettare il Rieti fino al termine della stagione, prima del suo ritorno. Quest’ultimo, infatti, essendo stato esonerato dal Latina non può più sedere in panchina. L’ex tecnico del Pordenone, infatti, ha un ottimo rapporto con il presidente Curci, per questo si dimise in estate. Prima, però, il closing. Dopo il nuovo tecnico.

Commenti

Bisceglie, proroga scaduta per la panchina: il club valuta le possibili soluzioni. Prima opzione la pista interna: quale scelta?
Sapio: "Occasione di crescita in queste due partite. Crisi del Matera? Pensiamo ad un altro aspetto"