L'Intervista

Modica: "Non mi era mai capitato tutto ciò. Campionato? Non lo ritengo regolare"

Roberto Chito
13.02.2019 22:45

L'allenatore Giacomo Modica, foto: Stefano D'Elia

"Arrivare in uno stadio e trovare tutto chiuso e abbandonato non è semplice per chi fa calcio, non è sicuramente una situazione piacevole. È la pagina più brutta da quando alleno, non mi era mai capitata una situazione del genere. È una tristezza infinita, un qualcosa di brutto da vedere". Sono le parole di Giacomo Modica, tecnico della Cavese su questa situazione di questa sera.

L’allenatore degli aquilotti, intercettato nell’antistadio del XXI Settembre-Franco Salerno, ha poi commentato: "Quando abbiamo incontrato il Matera all’andata non pensavo avessero tutti questi problemi. D’altronde, era appena la sesta giornata di campionato. Però, poi, strada facendo ci siamo accorti che questi problemi era sempre più sempre, sempre più gravi. Campionato falsato? Sicuramente non lo ritengo regolare. Da inizio stagione ci sono state situazioni che non erano state chiarite: dalle squadre con problemi economici, a quelle che chiedevano il ripescaggio in Serie B. Io credo che chi non era in regola non doveva partire".

Un avversario in meno per la Cavese in vista della corsa salvezza: "Siamo sempre stati fuori dai play out, e per due settimane siamo stati dentro i play off. Sul campo abbiamo espresso buoni valori. Sul mercato non abbiamo fatto cose strabilianti. Abbiamo fatto innesti oculati perché vogliamo crescere e programmare. Siamo contenti del percorso e consapevoli del limite che abbiamo. Questa è una stagione di transizione con l’obiettivo di salvarci e magari di stupire".

Commenti

Matera, ora è davvero finita: si chiudono le porte del XXI Settembre
Girone C, i match delle 20.30 - La Juve Stabia resiste ma il Trapani si porta a meno sei battendo il Catania. Successi di Monopoli e Leonzio. I risultati