Primo Piano

Di Livio: "Noi immensi. Vogliamo chiudere in bellezza adesso"

Roberto Chito
05.05.2018 14:20

L'esterno offensivo Lorenzo Di Livio, foto: Emanuele Taccardi

"Per me è stata una bella esperienza a Matera. Ricordo a tutti che questa squadra sarebbe quarta sul campo. Questo conferma che siamo un grande gruppo. Dove tutti potevano crollare, noi ci siamo esaltati ancora di più. Infatti, in questo periodo difficile abbiamo pensato solo al campo". A parlare è Lorenzo Di Livio, in vista dell’ultima sfida dei biancoazzurri che giocheranno domani a Caserta.

L’esterno offensivo di proprietà della Roma, riavvolge il nastro di questi ultimi mesi nella Città dei Sassi. Ospite della trasmissione Il Calcio che ci piace, in onda su Radio Manbassa, Di Livio continua: "Vogliamo terminare al meglio questa stagione. Sul campo siamo quarti e vogliamo concludere in questa posizione il nostro campionato. Per questo, a Caserta andremo per vincere, proprio per poter mantenere l’attuale vantaggio sulla Juve Stabia. Abbiamo dimostrato di poter dare fastidio a tutte le squadre che ci siamo trovati di fronte. E ora, vogliamo concludere al meglio. Domani sarà una bella partita contro una squadra importante. L’ultimo match della stagione poi, è un po’ particolare. Infatti ci si saluta, in attesa di quello che sarà il futuro".

Nella crescita di Di Livio è stato sicuramente importante il tecnico Gaetano Auteri. E proprio sul trainer di Floridia, l’esterno biancoazzurro, afferma: "In questi mesi, mi ha dato veramente tanto. Oltre che con me, è stato soprattutto bravo con il gruppo. Lo ha gestito in maniera impeccabile. Infatti, quelli che abbiamo attraversato sono stati mesi difficili. Qualunque altra squadra poteva crollare, noi no. I problemi sono stati tanti ma questo gruppo non si è mai spaccato. La squadra ha pensato solamente al campo come testimoniano i risultati acquisiti".

Di Livio, poi riavvolge il nastro di questo Girone C: "Credo che il Lecce abbia meritato la promozione in Serie B. Hanno fatto bene per tutto il torneo, conducendolo sempre in testa. Alle altre restano i play off. Soprattutto a Catania e Trapani. Non conosco le squadre degli altri Gironi ma loro possono arrivare in fondo. Queste, poi, non bisogna dimenticare che sono partite molto strane. Il Bari? In passato ci sono stato vicino. Poi, però, decisi di andare alla Ternana".

Commenti

Tanti ex, troppi ricordi: un vero ritorno al passato. Casertana-Matera, tutti gli ex
I convocati di Auteri - Matera, in diciassette per Caserta. Dieci out