Primo Piano

MATERA - La capitale nel deserto: una città che non risponde per una causa comune

Roberto Chito
17.07.2019 20:45

I Sassi di Matera, FOTO: TUTTOMATERA.COM

"In questi mesi non mi è piaciuto il silenzio di tutte quelle imprese che in questi mesi hanno avuto diversi vantaggi da Matera 2019 visto nei primi sei mesi nella nostra città hanno mangiato e dormito circa 540 mila persone". Parole che esprime con molto rammarico il sindaco Raffaello De Ruggieri, riguardante il tessuto imprenditoriale cittadino che probabilmente poteva contribuire alla causa biancoazzurra.

Purtroppo, la situazione dell’imprenditoria materana è diversa da tempo. Solamente Giuseppe Fragasso a tempo debito aveva provato a mettere su una cordata formata da imprenditori materani per poter ripartire. Progetto che è naufragato sul nascere, visto che il gruppo ha deciso di ritirarsi dalla manifestazione d’interesse. Per il resto, non si è mosso davvero nulla. Eppure, in questi primi mesi, ma già da diversi anni, il tessuto imprenditoriale cittadino ha sicuramente avuto molto da Matera 2019. Purtroppo, questa gente ha deciso di guardare solamente al proprio tornaconto e non provare a fare qualcosa di buono per il calcio cittadino, provando a costruire.

Il rammarico arriva anche da parte del primo cittadino che probabilmente si aspettava una risposta maggiore da parte del tessuto imprenditoriale cittadino. Anche perché, il calcio è sicuramente uno dei primi viatici per incentivare turismo e attività commerciali. Probabilmente, ad alcuni va bene così. Bastano quelli che sono arrivati in questi mesi e quelli che arriveranno nei prossimi. Una situazione davvero paradossale in un anno importante: il business, però, è davvero per pochi.

MATERA - De Ruggieri: "Siamo andati fino a Roma: ecco cosa ci hanno proposto"
SERIE C - Girone C, ecco il campionato di fuoco: in cinque per la Serie B? E attenzione alle sorprese