Primo Piano

Riscatto obbligatorio nel primo scontro diretto: Matera, ripartire subito

Roberto Chito
29.09.2018 08:25

Una fase di Sicula Leonzio-Matera, foto: Cristian Costantino

È il primo di due scontri diretti. È la prima partita da non sbagliare. Il Matera è chiamato a dare risposte importanti dopo il ko di sette giorni fa a Lentini. Una sconfitta netta, arrivata per una serie di errori che non possono essere più ripetuti. Matera che è chiamato a dare un segnale importante. E questo pomeriggio a Vibo Valentia, l’undici di Imbimbo ha un’occasione da non sprecare in vista dell’obiettivo salvezza.

Come arriva il Matera? Bisognerà vedere se il ko di Lentini avrà provocato qualche ripercussione. Nel pre partita, le aspettative sono sempre alte. Poi, però, quando si va in campo può succedere di tutto. Imbimbo ha dichiarato che la squadra ha preso coscienza degli errori e che al momento ci sono tutti i presupposti per poter andare in Calabria e fare una buonissima prestazione. Vincere sarebbe la migliore soluzione possibile, visto che si tratta di uno scontro diretto. Il primo, visto che fra sette giorni ci sarà la seconda trasferta consecutiva a Bisceglie. Matera che deve cercare la svolta anche lontano dal XXI Settembre. E per questo, è necessario cambiare passo.

Come arriva la Vibonese? Finora un solo punto in classifica: il pareggio conquistato contro il Bisceglie. Poi, sono arrivate due sconfitte. I rossoblu di Nevio Orlandi non hanno ancora ingranato del tutto e questo inizio di campionato non è stato sicuramente dei migliori. La formazione calabrese, però, contro il Matera è chiamata ad un cambio di passo. Si tratta di una partita importante anche per la Vibonese che vuole mettersi alle spalle il momento difficile, fatto di due sconfitte consecutive. Per questo, la sfida del Luigi Razza, per i rossoblu dovrà essere l’occasione di un cambio di passo dopo un inizio fra luci ed ombre.

Che partita sarà? Al Luigi Razza ci sono in palio punti importanti. Questo potrebbe trasformare il match in una partita tattica, dove la voglia di perdere ha il sopravvento su quella di vincere, e dunque sul proporre gioco. Entrambe le formazioni vanno in cerca della propria identità. La classifica dice che il Matera ha tre punti e la Vibonese uno. Ma sul terreno di gioco del Razza, la sfida sarà sicuramente intensa. Magari non una partita bella, ma necessaria per poter cercare di portare a casa punti. Anche perché, per entrambe, la classifica chiama.

    

COSÍ IN CAMPO

Stadio: Luigi Razza, ore 14.30

MATERA (3-5-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Triarico, Bangu, Galdean, Ricci, Sepe, Orlando, Scaringella. A disposizione: Guarnone, Mascagni, Arpino, Sgambati, Corso, Garufi, Hysaj, Lorefice, El Hilali, Casiello, Dammacco, Dellino. Allenatore: Imbimbo.

VIBONESE (3-5-2): Mengoni, Altobello, Camilleri, Silvestri, Ciotti, Prezioso, Obodo, Scaccabarozzi, Tito, Taurino, Cani. A disposizione: Viscovo, Malberti, Carrozza, Franchino, Collodel, Donnarumma, Melillo, Raso, Finizio, Maciucca, Bubas, De Carolis. Allenatore: Orlandi.

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova.

PRIMO ASSISTENTE: Dario Gregorio di Bari.

SECONDO ASSISTENTE: Giovanni Mittica di Bari.

Commenti

Girone C, verso la quarta giornata - Un sabato ricco di sfide: diversi scontri diretti alle porte. Il programma
Matera, dubbio sulla sinistra: Sepe dall'inizio? Vibonese, problema in difesa: ecco la soluzione