Gli Azzurri

Bonucci: "Gioco migliore, è la strada giusta. Kean? Ci ha ascoltato"

Roberto Chito
25.03.2019 20:20

Il difensore Leonardo Bonucci, foto: Figc.it

"Il rischio è soprattutto quello di sottovalutare qualcosa, lasciare per strada qualche dettaglio: ma abbiamo studiato e studieremo il Liechtenstein, siamo pronti ad affrontare qualunque difficoltà". È l’avviso di Leonardo Bonucci che mette in guardia la formazione azzurra in vista della partita di domenica sera contro il Liechtenstein che sulla carta sembra essere scontata.

Una partita quella di domani sera che secondo Leonardo Bonucci avrà un canovaccio ben definito: "Di sicuro ci aspettiamo che si chiudano: sarà importante riuscire a sbloccarla subito, per non farla diventare partita in cui poi può succedere di tutto. Una cosa è sicura: vogliamo vincere. Adesso qui in Nazionale ci divertiamo anche, ma che il risultato arrivi in un modo o in un altro è sicuramente importante, ma non quanto i tre punti. Adesso abbiamo anche migliorato il nostro gioco e possiamo unire questo alla forza di giocatori che possono vincere una partita da soli. Il blocco-Juventus? Giocare insieme nel club aiuta anche in Nazionale, perché conosci pregi e difetti dei compagni. Poi è chiaro che ogni allenatore ha le sue idee, noi ci adattiamo alle sue richieste".

Infine, Bonucci dice la sua sul giovane prodigio Kean: "Quando ti alleni vicino a gente come lui, Dybala e Douglas Costa hai solo da imparare e cresci più in fretta. Dopo Chiellini, mi sono permesso di parlare anch'io con lui, per consigliargli di restare con noi. Ha accettato la nostra indicazione e sfruttato bene le chance che ha avuto: ora deve solo attutire e riuscire a farsi scivolare via tutte le pressioni che ha addosso, regalando alla Nazionale e alla Juventus il suo entusiasmo e la sua voglia di migliorare. Come tutti i ragazzi della sua età sbaglia ancora qualcosa: fa parte della crescita, dell'esperienza che devi fare".

Commenti

Verso il Liechtenstein: cinque cambi per Mancini? Ecco le ultime
Mancini: "Stiamo riportando entusiasmo col gioco. Pochi errori"